Cerca

Lenzuolata

Le nuove norme sulla concorrenza: cosa cambia su farmacie, notai, assicurazioni auto ed contratti telefonici

Le nuove norme sulla concorrenza: cosa cambia su farmacie, notai, assicurazioni auto ed contratti telefonici

I farmaci di fascia C, quelli con ricetta medica ma a pagamento, saranno venduti ancora in esclusiva dalle Farmacie. Con l'approvazione del Ddl sulle liberalizzazioni da parte del Consiglio dei ministri del 20 febbraio, è sfumata la possibilità che anche le parafarmacie potessero vendere quella particolare categoria di farmaci. Per un provvedimento intitolato "liberalizzazioni" non è un buon segno visto che a vincere ancora una volta sono le farmacie monopoliste del servizio. Proprio a loro il Ddl di Renzi ha eliminato il divieto di un singolo farmacista di possedere al massimo quattro licenze.

Assicurazioni auto - Il governo Renzi assicura che con il provvedimento approvato oggi ci saranno obblighi di sconti significativi sulle Rc auto, a patto che l'automobilista accetti clausole per contenere i costi o che contrastino le frodi. Ad esempio installando una scatola nera, rilevatori di tasso alcolemico, ispezioni preventive dei veicoli e il risarcimento nelle officine autorizzate.

Fondi pensione - Ci sarà piena facoltà per i lavoratori di portare i proprio contributi pensionistici dove preferiscono. Eliminati quindi i vincoli nei prossimi contratti di lavoro nazionali sulle condizioni, anche in relazione alla spettanza del datore di lavoro. Non c'è più l'obbligo di un determinato fondo di cercare sottoscrittori in una categoria definita.

Contratti telefonici - Il Ddl sulla concorrenza dovrebbe rendere più facile cambiare operatore telefonico o di altri servizi come gas ed energia elettrica, con una maggiore trasparenza sulle penali in caso di recesso anticipato. Le penali, inoltre, dovranno essere proporzionate ai costi effettivamente sostenuti dall'operatore in caso di promozioni.

Gas e luce liberi - Mentre finora il costo del gas domestico e dell'energia elettrica, per chi non ha scelto un operatore sul mercato libero, è fissato dall'Autorità per l'Energia, dal 2018 ci sarà una graduale eliminazione del mercato tutelato. Ogni operatore quindi farà il prezzo che crede più conveniente.

Banche - Le telefonate di assistenza ai centralini degli istituti di credito non dovranno costare più di quanto normalmente viene pagato per una chiamata urbana. Il governo ha poi annunciato che sarà online un sito sul quale saranno comparate tutte le tariffe per comparare i prezzi delle polizze assicurative accessorie, i contratti di finanziamento e i mutui.

Avvocati e Notai - Prima di intraprendere una causa, il legale sarà costretto a presentare un preventivo al suo assistito chiarendo tutti i servizi richiesti. Per i notai si apre la possibilità di promuoversi con la pubblicità. Il vantaggio per chi si serve dei servizi notarili sarà che sarà ridotti gli atti per i quali è richiesta l'autentica notarile, anzi ci possono essere casi in cui l'autentica potrà essere esercitata anche da un avvocato o un commercialista, con relativa assicurazione. È il caso, ad esempio, di compravendita di immobili non abitativi e di valore non oltre i 100 mila euro.

Srl senza notaio - Per le società a responsabilità limitata con capitale sociale non superiore a 20 mila euro, il notaio non sarà più necessario, ma basterà una sottoscrizione digitale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giacomolovecch1

    22 Febbraio 2015 - 19:07

    Le solite bufale del parolaio matto di Renzi.

    Report

    Rispondi

  • ziociro0

    21 Febbraio 2015 - 15:03

    ma per le assicurazioni perché non hanno detto che l'Italia è una e non con la scusante delle frodi a Napoli dobbiamo pagare quattro volte il premio contro ad altre regioni

    Report

    Rispondi

  • arwen

    21 Febbraio 2015 - 12:12

    Occorre far presto, correre fare le riforme...La velocità è tutto.....Ma cosa stanno combinando sti tizi qualcuno se ne è accorto?

    Report

    Rispondi

  • thankspeter

    21 Febbraio 2015 - 11:11

    PARABOLA - Fu così che il miliardario cinese Chin Chen Vattelapesca, azionista della produttrice del farmaco "nonselveaunc" si comprò TUTTE le farmacie del paese Pincopancobonzo ed assunse fior di laureati al banco come previsto dalle norme, con un input ben preciso: se non promuovi il "nonselveaunc", verrai licenziato per scarso rendimento. -- La parabola finisce qui: PURA FANTASIA.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog