Cerca

La scappatoia

Le cartelle di Equitalia che non spiegano i tassi di interesse sono nulle

Le cartelle di Equitalia che non spiegano i tassi di interesse sono nulle

Non è detto che una cartella esattoriale compilata da Equitalia sia priva di errori. Anzi, non solo possono capitare, ma secondo la Commissione Tributaria Provincia di Como c'è un dettaglio che se sbagliato, annulla la validità della cartella stessa. Con la pronuncia n.409 del marzo 2014, scrive l'avv. Matteo Sances su affaritaliani.it, la Commissione ha riconosciuto che se il calcolo degli interessi non è chiaro, la cartella viene dichiarata illegittima. Nel testo in riferimento a un caso di calcolo degli interessi poco chiaro, la Commissione scrive: "Nonostante la ingente esposizione di interessi e sanzioni pecuniarie afferente al debito tributario, alcun dettaglio viene fornito circa il calcolo di detti accessori (cioè sulla durata del ritardo e il tasso di interessi, ndr), il che impedisce al contribuente di verificare la correttezza del relativo calcolo, e quindi comporta la nullità della cartella".

Il Fisco non è il Vangelo - Secondo l'avv. Sances la Commissione comasca ha seguito le indicazioni della Cassazione che già aveva definito illegittimo un atto tributario sul quale il soggetto coinvolto non ha modo di fare alcun tipo di verifica. Gli atti del Fisco quindi non sono "verità assoluta" ironizza Sances, anzi è importante poter verificare sempre ogni centesimo richiesto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • QFrancesco

    22 Febbraio 2015 - 14:02

    Basta contestarla ed Equitalia ne emette un'altra chiara quanto basta.

    Report

    Rispondi

    • numetutelare

      22 Febbraio 2015 - 17:05

      E nel frattempo passano un paio di anni...

      Report

      Rispondi

blog