Cerca

Dopo gli accordi con la Svizzera

Italiani in fuga verso i paradisi fiscali, ecco dove vanno

12
Italiani in fuga verso i paradisi fiscali, ecco dove vanno

Dopo la Svizzera e il Liechtenstein con cui sono stati siglati gli accordi sul segreto bancario e Montecarlo, Lussemburgo e Singapore, le altre piazze offshore che hanno già firmato o stanno per firmare intese simili, restano ormai ben pochi paradisi fiscali: Dubai, Panama e qualche Paese caraibico. Così gli italiani che vogliono "salvare" il proprio tesoretto cosa fanno? Cambiano residenza. Riporta ItaliaOggi che il 2014 è stato un anno record per i cambi di residenza verso l'estero: al 31 dicembre scorso i cittadini iscritti all'Aire hanno superato quota 2,4 milioni. E a eccezione della Germania è la Svizzera la meta preferita (352 mila residenti). In crescita i residenti in: Emirati Arabi (+29%), Panama (+23%) e Singapore (+16%).

E non solo perché questi Paesi offrono nuove opportunità di lavoro e di affari. Per molti italiani che hanno capitali irregolari prendere la residenza all'estero è l'unico modo per evitare una indagine fiscale. Ma attenzione, perché in realtà questo escamotage non durerà ancora molto. Un paio d'anni al massimo e praticamente tutti i Paesi si adegueranno al nuovo scambio di informazioni quindi non resterà che rivolgersi a un nuovo paradiso fiscale, sempre più esotico e sempre meno affidabile dal punto di vista politico e finanziario. Non solo. Proprio il cambio di residenza all'estero potrebbe rappresentare per l'Agenzia delle entrate un motivo di ispezione del contribuente, senza dover attendere lo scambio di informazioni. 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • francofra1

    08 Aprile 2015 - 12:12

    Ma è sufficiente andare a Londra. ....

    Report

    Rispondi

  • Tiger75

    08 Aprile 2015 - 10:10

    Ormai a confronto con l'Italia, qualunque paese e' un paradiso fiscale.

    Report

    Rispondi

  • pestifero

    03 Marzo 2015 - 18:06

    Ma qualcuno pensa che non avessero già trovato nuovi paradisi prima di far aprire le porte delle banche svizzere? Ma siamo ancora così ingenui???

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media