Cerca

Nazareno della finanza

Renzi e la finanza di sinistra si innamora di Ennio Doris: il patto con Banca Mediolanum

Renzi e la finanza di sinistra si innamora di Ennio Doris: il patto con Banca Mediolanum

Il patto del Nazareno fra Silvio Berlusconi e Matteo Renzi sarà forse finito in politica, ma ieri a Pesaro è nato il Nazareno della finanza. Banca Mediolanum lancia un fondo insieme ad Algebris: la banca della famiglia Doris, partecipata da Fininvest, apre la porta alla boutique fondata da Davide Serra, ovvero uno dei più famosi sponsor e amici del segretario del Pd.

In realtà, di fronte ai soldi, la politica c’entra poco niente, ma la presenza alla convention di Oscar Farinetti, patron di Eataly e renziano della prima ora, non fa che confermare due cose: 1) fedele al motto lanciato da Ennio Doris, «Io cambio», la banca costruita intorno a te si spoliticizza sempre di più, pensionando lo storico simbolo del biscione, per puntare a raddoppiare la raccolta: Stefano Volpato, capo della rete dei family banker ha dato l'obiettivo di 10 miliardi, più del doppio di quella già storica registrata nel 2014, il che significa anche aumentare i clienti. 2) I testimonial economici del nuovo Pd, da Serra a Farinetti appunto, hanno capito che 20 anni di guerra al berlusconismo e all’universo che rappresenta hanno solo fatto danni in Italia e all'Italia. Come ha ricordato il fondatore di Eataly, dal palco, dobbiamo saper cogliere «i venti che soffiano nella nostra penisola, che rendono il Belpaese la porzione di terra più biodiversa al mondo». E il vento che tira a livello finanziario è abbastanza chiaro: i politici non contano più, comandano solo le banche centrali, in particolare la Bce che ha inaugurato l’era dei tassi negativi. E allora si cambia. Nell’obbligazionario.

Banca Mediolanum lancia così tre nuovi fondi d'investimento e vara il restilyng di un fondo di fondi, New Opportunity Collection, per mantenere un certo rendimento ai clienti. La prima novità si chiama Equilibrium, sarà composto da un 25% azionario e dal restante 75% da bond, e opererà, con estrema flessibilità e basso rischio, in partnership con Axa Investment Managers e Principal Global Investors. La seconda, rappresentata dal fondo Socially Responsible Collection, punterà su investimenti (90% azioni e 10% liquidità) che integrano il rendimento a progetti ambientali e sociali in un’ottica di lungo periodo. La terza novità porta, come dicevamo prima, a Davide Serra e alla sua Algebris: Financial Income Strategy, 25% azioni e 75% bond, con focus su quelli ibridi, come i coco bond, cioè quei titoli di debito che all’occorrenza si possono trasformare in azioni della banca che li ha emessi. Un rischio un po’ più alto per un rendimento maggiore, sfruttando la necessità degli istituti di dotarsi di maggiori capitali per rispettare gli indici di solvibilità fissati dalle istituzioni.

Davide Serra, che si aggirava per la convention munito di stampelle dopo la rottura di tibia e perone dopo un fuoripista, era raggiante per l’accordo con Banca Mediolanum: «Un grande traguardo per una piccola casa d'investimento come la nostra, è bello vedere il nostro marchio accanto a quello di Pimco, Goldman Sachs, Blackrock, Fidelity e altri big mondiali». Non ha voluto parlare di politica e si è poco sbottonato anche sulle Popolari: «Ho già chiarito tutto e lo farò anche in Consob». Rimane comunque alla finestra per comprare sofferenze dalle banche («Ho un fondo da 500 milioni per questo»), in particolare della Popolare dell'Etruria, la banca che vedeva alla vicepresidenza il padre di Maria Elena Boschi prima del commissariamento deciso da Bankitalia. Il finanziere con base a Londra avrebbe mandato una seconda lettera a Via Nazionale, dimostrando la disponibilità a partecipare, con alcuni partner, al risanamento dell'istituto di Arezzo.

di Giuliano Zulin

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • collezionista

    09 Marzo 2015 - 05:05

    Doris fa gli interessi SUOI e dei risparmiatori NON FREGA NULLA !!! VENDITORE DI FUMO !!!!

    Report

    Rispondi

blog