Cerca

La prima volta in Europa

Austria, la banca fallisce. Il crac lo pagano i correntisti

Austria, la banca fallisce. Il crac lo pagano i correntisti

La banca fallisce? A farsene carico, per la prima volta nella storia europea, saranno i correntisti. Succede in Austria dove il governo si è lavato le mani di fronte al crack della bad bank Heta dell’istituto di credito Hypo Alpe Adria dopo che questa ha dovuto far emergere perdite di 8,7 miliardi di euro e ha deciso, dopo che nel 2009 aveva nazionalizzato l'istituto spendendo in quasi 6 anni 5,5 miliardi dei contribuenti per turare la falla, di abbandonare la banca che affonda al suo destino applicando la nuova misura Ue del bail in. La norma alla quale si rifà il ministro delle finanze austriaco è quella approvata dall'Ecofin il 26 giugno del 2013 che imponendo a soci, creditori e correntisti di farsi carico dei debiti del proprio istituto. In pratica, spiega il Messaggero, in caso una banca Ue si dichiari insolvente soci, creditori e correntisti copriranno fino all' 8% delle sue passività. Azionisti e sottoscrittori di bond possono perdere fino al 100% di quanto investito. Mentre sul fronte correntisti in linea di principio l' onere toccherà prima alle grandi aziende, poi ai correntisti individuali e infine alle Pmi. Con una sola certezza: i depositi sotto i 100 mila euro non verranno toccati. Il crack della banca viennese, raccontano fonti vicine al dossier, colpirà pesantemente il mercato interno ma tremano anche molti correntisti tedeschi e italiani.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • terminator2

    11 Marzo 2015 - 19:07

    Un cappio al collo a sta gentaglia qua....e che sia di monito ad altri banchieri.

    Report

    Rispondi

  • allianz

    09 Marzo 2015 - 21:09

    Non è una novità...Il sottoscritto ha messo una pulce nell'orecchio alla tributaria su certi giri che faceva un dirigente.....In 48 ore si sono fiondati dentro ed hanno scoperto le casse bruciate...Un danno di 250.000 euro.Che ha fatto la banca?Ha spalmato sui correntisti la cifra,aumentandone le spese.Nel giro di 6 mesi hanno risanato e tappato la FALLA.

    Report

    Rispondi

blog