Cerca

La minaccia

Euro, la minaccia del ministro Panos Kammenos: "Se la Grecia lascia la moneta unica, i prossimi saranno Italia e Spagna e poi la Germania"

Euro, la minaccia del ministro Panos Kammenos: "Se la Grecia lascia la moneta unica, i prossimi saranno Italia e Spagna e poi la Germania"

Se la Grecia dovesse lasciare l’Eurozona, anche la Spagna e l’Italia lascerebbero il blocco della moneta unica. La profezia arriva dalla voce di Panos Kammenos, ministro greco della Difesa al giornale tedesco Bild. Secondo il politico di Greci Indipendenti, la forza di centrodestra al governo con la sinistra di Tsipras, l'effetto domino in Europa sarà inevitabile e non si salverà nessuno: "Se la Grecia esplode - ha detto - Spagna e Italia saranno le prossime, e poi a un certo punto la Germania. Perciò dobbiamo trovare una strada dentro l’eurozona, ma questa non può essere che i greci continuano a dover pagare". La battaglia Atene-Berlino non conosce sosta, in un continuo susseguirsi di beghe storiche e antipatie personali.

Il salvataggio - Dopo gli ultimi vertici europei è tornata con insistenza la voce di un possibile nuovo salvataggio per la Grecia, sarebbe il terzo. Ma Kammenos dice che non ce ne sarà bisogno, piuttosto dice al giornale tedesco che bisognerebbe usare gli stessi metodi per tutti, come: "Il taglio che anche la Germania ha ottenuto nel 1953 alla conferenza sul debito di Londra".

Guerra di nervi - A proposito del ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble, vera spina nel fianco di Yanis Varoufakis e Alexis Tsipras nelle riunioni Ecofin, il collega greco ha aggiunto: "Non capisco perché si rivolge contro la Grecia ogni giorno in nuove dichiarazioni. È come una guerra psicologica, e Schaeuble sta avvelenando la relazione tra i due Paesi attraverso questo". Per Kammenos il tedesco deve imparare a "tollerare" il nuovo governo greco.

Beghe belliche - L'aria è già arroventata di suo, ma i greci non perdono occasione di versare altra benzina sul fuoco. Solo questa settimana sono tornati alla carica con la campagna per chiedere compensazioni per la brutale occupazione nazista durante la Seconda guerra mondiale, un argomento che secondo Berlino è stato risolto decenni fa. Kammenos ha rilanciato le riparazioni durante l’intervista: "L’oro che i nazisti hanno portato a Berlino da Atene valeva molto denaro. Ci aspettiamo una compensazione per questo, e anche per il prestito forzato e la distruzione di statue archeologiche". E se i tedeschi non si dimostreranno ragionevoli, Kammenos passa tranquillo alle minacce, suggerendo che la Grecia potrebbe smettere di accogliere rifugiati nel caso di un’uscita "forzata" del suo Paese dall’eurozona: "Allora nessun accordo sarebbe più valido, nè trattati, nulla. Non saremmo più obbligati ad accogliere rifugiati come Paese di arrivo. Chiunque voglia mandarci via dall’eurozona dovrebbe sapere questo".

Fronte russo - Le sanzioni Ue contro la Russia sono un altro argomento di peso nelle trattative europee. Kammenos recrimina i danni che l'iniziativa Ue ha portato nell'export greco. "La Grecia ha bisogno di compensazioni" ha detto Kammenos, forte delle ripetute minacce di Tsipras di svincolarsi dalla già schizofrenica politica estera europea, per trattare un accordo direttamente con Vladimir Putin.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bettely1313

    22 Maggio 2015 - 16:04

    usciamone insieme cosi finalmente liberi dal cappio euro potremmo ricominciare. Ci sarà da buttare lacrime e sangue per rialzarsi, mettiamolo in conto senza piangerci sopra. Mettiamoci tutte le forze che richiedono come fossimo usciti da una lunga guerra, in questo caso una guerra finanziaria che ci ha tolto sovranità e identità in Europa. ritorniamo essere Italia e italiani liberi

    Report

    Rispondi

  • lallo1045

    22 Maggio 2015 - 14:02

    verissimo. Con i "teste da caqzzo" che ci governano poggi questo sara´ INEVITABILE.

    Report

    Rispondi

  • Lucas1963

    15 Marzo 2015 - 19:07

    Cari greci, ma vedete d'annavvene affanc-ulo và! > siete dei lazzaroni e giacete nel letto che vi meritate, prima della crisi eravate giunti ad avere uno statale assunto ogni 10 abitanti vergognatevi > altro che aiuti dall'UE meritereste tutti i lavori forzati a vita coiònes che non siete altro!

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    15 Marzo 2015 - 10:10

    Gli anti euro e antieropeismo tremano. ''Speriamo che l'UE tenga e anche l'euro'' Vero Giordano. E' un po' che non dice cazz.te sull'euro.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog