Cerca

Crac

Lufhtansa, il colosso tedesco a rischio-bancarotta: la strage di Andreas Lubitz il colpo decisivo?

Andreas Lubitz

Tempi duri per Lufthansa. Anzi durissimi. Il colosso dei cieli tedesco, infatti, rischia la bancarotta. E l'ultimo colpo alla compagnia, lo schianto stragista di Andreas Lubitz al comando del tragico volo Germanwings (controllata low-cost di Lufthansa), può mettere definitivamente ko il teutonico colosso. Ma procediamo con ordine. Si parte dalle cifre: 720 milioni di perdite nell'ultimo bilancio. Poi le quote di mercato, via via sottratte da altri giganti del volo quali Ethiahd, Emirates, Qatar Airways e anche dai vettori cinesi e da Turkish Airlines. Ci si metta poi il fatto che la controllata Germanwings, rispetto ai colossi del settore low-cost, è un "nano" dei cieli. E ancora, ai fattori che concorrono al declino della compagnia (che ricorda molto da vicino quello della nostra Alitalia), si aggiunge l'aeroporto di Berlino: nessun progetto di rinnovamento e nessun nuovo aeroporto, come invece si era ipotizzato negli ultimi anni. La "lista nera" di Lufthansa si "arricchisce" poi con il crollo nella classifica delle compagnie più sicure: in un anno i tedeschi sono passati dall'11esimo al 18esimo posto (in testa c'è Air New Zeland con i suoi nuovissimi Boeing e l'addestramento in Raf dell'aviazione australiana). Un periodo da incubo, dunque, per Lufthansa. Un periodo da incubo culminato nella strage provocata da mister Lubitz, con tutte le conseguenze (anche economiche) che può provocare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • allianz

    31 Marzo 2015 - 14:02

    Ahio!!E adesso chi ce lo dice alla angelicchia?

    Report

    Rispondi

  • gianni modena

    31 Marzo 2015 - 11:11

    adesso ci pensa la merkel anche se sarebbe illegale , ma per lei la burocrazia europea accetta tutto . fatela fallire e che la merkel non chieda soldi per questo agli altri stati . al diavolo lei e la germania

    Report

    Rispondi

  • collezionista

    31 Marzo 2015 - 11:11

    Compagnie solide come Swissair o Sabena sono fallite , se fallisse pure Luft Crande Cermania non sarebbe un dramma !!! Le compagnie di bandiera hanno fatto il loro tempo !!!

    Report

    Rispondi

  • marco53

    31 Marzo 2015 - 02:02

    Poveri illusi! Interverrà la culona con un mega assegno e la compagnia tornerà a volare!!!!! Non siamo mica in Italia!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog