Cerca

L'allarme

Fisco, Cgia Mestre: "730 precompilato più costoso per 10 milioni di contribuenti"

Fisco, Cgia Mestre: "730 precompilato più costoso per 10 milioni di contribuenti"

Il 730 precompilato sarà più complicato e anche più costoso. L'allarme arriva dalla Cgia di Mestre, secondo cui saranno 10 milioni i contribuenti "obbligati" a ricorrere all'aiuto di un Caf o di un commercialista per presentare la dichiarazione dei redditi. "Nonostante le promesse fatte nei mesi scorsi da autorevoli esponenti del Governo, per la stragrande maggioranza dei contribuenti italiani il modello 730 costerà di più rispetto all'anno scorso", spiega il segretario della Cgia Giuseppe Bortolussi. Nei modelli precompilati da scaricare online, infatti, non si potranno inserire detrazioni e deduzioni, a cominciare da quelle per le spese mediche. Occorrerà dunque integrare il 730 precompilato e secondo la Cgia saranno chiamati a farlo 14.300.000 contribuenti, il 71% dei 20 milioni complessivi. "A nostro avviso, almeno i 2/3 dei contribuenti, pari in termini assoluti a circa 10 milioni, saranno costretti a ricorrere ad un intermediario fiscale - spiega Bortolussi -. Sarà molto difficile che un pensionato o una persona con poca dimestichezza con il computer possa procedere autonomamente: nella stragrande maggioranza dei casi, infatti, ricorrerà ad un Caf o ad un professionista". E proprio per questo pagheranno di più le loro dichiarazioni: da quest'anno, infatti, gli intermediari saranno chiamati a rispondere degli errori nelle dichiarazioni sia per le sanzioni sia per le imposte. Conseguenza: gli studi dei commercialisti hanno dovuto adeguare al rialzo i massimali delle loro assicurazioni, facendone ricadere il peso sui clienti: "I Caf, a seconda della complessità - conclude Bortolussi -, stanno facendo pagare l'elaborazione dei modelli cosiddetti precompilati che, fino all'anno scorso, erano gratuiti".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • paco1492

    17 Aprile 2015 - 11:11

    secondo l'ocse le nazioni che hanno introdotto il precompilato hanno risparmiato milioni basta informarsi visto che comunque non ci sono dati certi chi vuole puo' sempre fare il 730 magari spendendo 80 euro e anche di piu' per avere un rimborso che non copre nemmeno la spesa mentre con il precompilato non si spende un centesimo.

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    07 Aprile 2015 - 12:12

    Non è obbligatorio farlo via web: basta, quindi, farlo come si è sempre fatto.

    Report

    Rispondi

  • marcomasiero

    06 Aprile 2015 - 20:08

    ma che il Fisco si fotta !!! non va degnata nemmeno di uno sguardo e rispedita al mittente !!! ribelliamoci al sistema che ci vuole costringere a spendere soldi per pagare le tasse !!! se non è chiaro cosa perchè e quanto paghiamo perchè dovremmo pagare ????? in negozio vale questa logica e pretendo che valga ancora di più per le tasse !!!

    Report

    Rispondi

    • paco1492

      17 Aprile 2015 - 11:11

      commento stravagante sic. non si capisce se non vuole il precompilato o non vuole pagare le tasse.

      Report

      Rispondi

    • bruno osti

      07 Aprile 2015 - 12:12

      basta fare come si faceva prima: non c'è l'obbligo di farlo via web; quindi i costi non cambierebbero. Se poi uno lo volesse fare, spenderebbe, FORSE, qualcosa in più questo anno. per imparare a farlo (e non sarebbe soggetto a sanzioni qualora commettesse errori); l'anno prossimo non dovrà rivolgersi a commercialista e CAF e risparmierà. Non mi pare cosa da poco

      Report

      Rispondi

blog