Cerca

Le grane del governo

Def, rinvio di 12 ore. Matteo Renzi e l'ipotesi del bonus "welfare" da 1,5 miliardi di euro

Def, rinvio di 12 ore. Matteo Renzi e l'ipotesi del bonus "welfare" da 1,5 miliardi di euro

Un bonus da 1,5 miliardi di euro da riversare sul settore del Welfare. Anche per questo motivo il premier Matteo Renzi ha deciso di far slittare la riunione del Consiglio dei ministri previsto per venerdì mattina di 12 ore, dando il via libera al Def solo nella serata. "Per comprarsi elezioni regionali come europee con 80 euro?", domanda polemico su Twitter il capogruppo di Forza Italia alla Camera, Renato Brunetta. Il dubbio è lecito, visto che gli ultimi sondaggi (per esempio, quello Ixè per Agorà) danno governo e Pd in calo di gradimento. Resta, in ogni caso, il rebus sui numeri e sui tagli di ogni mistero, anche se il premier minimizza.

Il rinvio per "un chiarimento" - "Dodici ore in più" per "dare un'ultima occhiata alle carte", ha spiegato ai suoi Renzi a proposito del rinvio del CdM. Nessuna contestazione particolare sui numeri dietro al rinvio, spiegano fonti ministeriali, piuttosto la volontà del premier di rileggere il dossier e arrivare a "un testo finale pulito e limato". La bozza definitiva che entrerà questa sera nella sala del Governo, viene spiegato, sarà inviata a breve ai vari ministeri per l'ok finale dopo il definitivo lavoro di raccordo e sintesi svolto dal Mef. Entro le 24, poi, il documento verrà inviato a Bruxelles per essere sottoposto al vaglio della Commissione Ue. "Le carte, comprese quelle del mio ministero, sono arrivate un po' avanti ieri in serata - spiega il ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio -. Vogliamo fare le cose seriamente e ci prendiamo altre 12 ore per un chiarimento". Nessun problema sulle cifre, assicura, né contestazioni tra ministeri: "Siamo sereni, tranquilli e d'accordo".

 

Un bonus da 1,5 miliardi - Come detto, però, Renzi starebbe studiando un colpo di coda, una "sorpresona" in stile bonus Irpef da 80 euro. A quanto si apprende da fonti ministeriali, i tecnici di palazzo Chigi e del Mef avrebbero individuato una sorta di altro "bonus": risorse aggiuntive pari a circa 1,5 miliardi di euro sulle  quali il governo sta ragionando nell'ottica del migliore impiego possibile. In particolare, Renzi starebbe pensando di destinare il "bonus" alla copertura di una serie di misure per il welfare e tra l’altro starebbe valutando l'ipotesi di un decreto "ad hoc".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Vittori0

    10 Aprile 2015 - 21:09

    ...in questo momento co il disfacelo degli avversari vuole vincere facile. E qualcuno diceva: il popolo basta che lo fai giocare!

    Report

    Rispondi

  • gregio52

    10 Aprile 2015 - 19:07

    Se vero, dopo le elezioni, capiremo o meglio inquadreremo bene gli Italiani. Ho l'impressione che ci sarà un enorme delusione perché i nostri concittadini sono come Giuda, si comprano per 80 €. E che dire di "Pinocchio" ? Ormai penso che ci sia una enorme biografia che lo ha ben definito. E' il cittadino quello che preoccupa.

    Report

    Rispondi

  • marari

    10 Aprile 2015 - 19:07

    Verranno destinati per integrare meglio i clandestini finti profughi e continuare ad arricchire gli amici delle coop.

    Report

    Rispondi

  • traiano1958

    10 Aprile 2015 - 19:07

    il desolante è il sapere già in anticipo che questo buffone sta giocando con soldi che non ha e che dovrà trovare col culo di chi ancora ha qualcosa...qualcosa di serio che non sia il solito contentino elettorale per i soliti ebeto comunisti, non sono ancora riusciti a trovarlo!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog