Cerca

La commessa

L'Italia assembla gli F-35 olandesi

L'Italia assembla gli F-35 olandesi

Ormai è ufficiale. La Faco di Cameri, l’impianto italiano dedicato ai caccia F35 riceverà la commessa per eseguire l’assemblaggio di velivoli Olandesi e il centro logistico di Woensdrecht eseguirà attività di manutenzione su motori italiani in Olanda. Si tratta del primo passo concreto verso l’ampliamento dell’utilizzo di Cameri, un iter che porterà la struttura a fare da perno centrale per diverse nazioni europee e una volta terminato il programma Jsf da garage per tutta la flotta di F35 europei ed americani di stanza nei territori Ue e nel mare Mediterraneo. L’intesa, firmata tra i vertici della Difesa italiana e olandese, contribuisce ad innalzare il livello di coinvolgimento dell’industria nazionale, con evidenti benefici in termini di ricadute occupazionali e di know how, oltre ad aprire la strada a simili iniziative anche con altri Partner dell’area euro-mediterranea, tese a rafforzare l’importanza e l’efficacia del pilastro europeo del programma. L’uscita dallo stabilimento del primo velivolo italiano assemblato presso la FACO, avvenuto il 12 marzo scorso, unitamente alla consegna del primo assieme alare completo (parte centrale della fusoliera incluse le semiali) destinato ad essere installato su un velivolo dell’USAF, hanno dimostrato le capacità produttive dell’impianto industriale realizzato grazie ad una efficace sinergia nazionale fra la Difesa e l’Industria. Con questo accordo, la FACO di Cameri ottiene un ulteriore riconoscimento della elevata qualità ed affidabilità dei propri processi produttivi per l’assemblaggio dei velivoli, mentre si prepara anche a divenire il fulcro delle attività di manutenzione per gli F-35 che saranno schierati in Europa.

di Claudio Antonelli

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Giumaz

    27 Aprile 2015 - 19:07

    Mi raccomando di iniziare subito una bella serie di girotondi, sit-in di protesta, scioperi, picchetti e lancio di molotov contro la fabbrica da parte di no-tutto, antagonisti e cretinume assortito. Ci starebbe bene pure un intervento poetico di Niki Vendola ed una intelligentissima sortita della Boldrini. Cosi... tanto per farla chiudere e perdere un altro pò di posti di lavoro.

    Report

    Rispondi

  • marcomasiero

    27 Aprile 2015 - 18:06

    UH ... e mò che arriva lavoro chi glielo dice ai kompagni dei centri sociali ? ... hahahahahaha ...

    Report

    Rispondi

    • linebacker

      27 Aprile 2015 - 20:08

      non parlare di lavoro ai compagni dei centri sociali: loro ed il lavoro sono geneticamente incompatibili!

      Report

      Rispondi

blog