Cerca

Lo scenario

La cena tra Berlusconi e Murdoch: Sky vuole Mediaset Premium per battere il nemico Netflix

La cena tra Berlusconi e Murdoch: Sky vuole Mediaset Premium per battere il nemico Netflix

La cena "segreta" tra Silvio Berlusconi e Rupert Murdoch a Villa San Martino, alla presenza dei due eredi Pier Silvio e Lachlan, potrebbe aver sancito di fatto la cessione di Mediaset al gigante Sky. Un affare che converrebbe a tutti e due i gruppi, perché nei prossimi mesi si combatterà una battaglia durissima che, almeno in Italia, potrebbe lasciare sul campo molti feriti gravi. La battaglia è quella con Netflix, società americana di produzione e distribuzione (quella di serie di culto come House of cards, per intendersi) che conta su 62 milioni di abbonati nel mondo e punta a quota 150 milioni. La particolarità è che, agendo sul web, ha costi di distribuzione bassissimi e quindi concorrenziali rispetto alle classiche pay tv via satellite o sul digitale terrestre. Di fronte all'assalto della web tv, Murdoch e Berlusconi non possono stare a guardare anche perché nel frattempo Telecom sta cercando di espandere la sua rete a banda larga e ha già un protocollo d'intenti firmato proprio con Netflix. 

La strategia di Murdoch - Su queste basi, Sky e Mediaset fanno la conta delle proprie posizioni: la pay tv di Murdoch con base a Londra conta in Italia 20 milioni di abbonati, mentre Mediaset Premium ne ha 2: Sky vorrebbe rilevare il dt di casa Berlusconi (che manterrebbe una quota nel nuovo gruppo) per aumentare la platea di spettatori e alzare un muro contro Netflix. Contemporaneamente, senza più un concorrente ingombrante diminuirebbero i costi per l'acquisto dei diritti tv e soprattutto, è questa la strategia globale di Murdoch, via Fox (sempre del magnate australiano) cerca di abbassare sensibilmente il costo delle produzioni televisive e dei contenuti per ridurre il gap costi/ricavi con la web tv. Una strada che viceversa Mediaset Premium non può percorrere, almeno non alle cifre che la nuova sfida di Netflix imporrebbe per restare a galla.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • kidwiller

    30 Aprile 2015 - 13:01

    Il nostro governo costringerà i poveri imprenditori rimasti a vendere agli stranieri poi quando questi riducono i posti di lavoro vogliono mettere una pezza inutile. Quando Mediaset voleva acquistare Raiway hanno alzato muri all'acquisto quando tutto passerà in mani estere piangeranno lacrime di coccodrillo, ma questa è la storia della nostra sinistra democratica.

    Report

    Rispondi

  • goodvin60

    30 Aprile 2015 - 12:12

    Fox è brava. Ci sa fare. A parità ,io se fossi Berlusconi, farei l'accordo. Da un punto di vista politico Fox è di destra anche se Ski italia patteggia per la sinistra. L'accordo sarebbe prezioso anche per spostare equilibri.Ciao.

    Report

    Rispondi

  • tingen

    30 Aprile 2015 - 10:10

    Invece di vendere allo straniero, potrebbero adeguarsi alle nuove esigenze del mercato, e uscire con un'offerta competitiva su banda larga per contrastare Netflix, e magari creare un network all'estero.

    Report

    Rispondi

blog