Cerca

Soldi & giorni contati

Pensioni, lo scontro tra Renzi e Padoan e quella voce dal ministero: "Occhio, perché a giugno sarà pioggia di ricorsi. Ci rovineranno"

Pensioni, lo scontro tra Renzi e Padoan e quella voce dal ministero: "Occhio, perché a giugno sarà pioggia di ricorsi. Ci rovineranno"

C'è una ragione dietro al tira-e-molla sulle pensioni tra Matteo Renzi e il ministro dell'economia Pier Carlo Padoan. Il premier, alla vigilia delle elezioni regionali che rappresentano il bivio del suo governo, è interessato a depotenziare la grana della sentenza della Consulta che ha bocciato il blocco della rivalutazione degli assegni stabilito nel 2012 dal governo Monti. "Restituiremo una parte di quei soldi", ha avvertito Renzi, che per un certo periodo ha pensato anche allo slittamento della pratica dopo settembre. Padoan, però, vuole chiudere tutto e subito, sfruttando le congiunture economiche positive (piccola ripresa del Pil, prezzo del petrolio ai minimi, quantitative easing di Draghi) anche per rassicurare Unione europea e agenzie di rating, preoccupate da una falla di decine di milioni di euro nei conti italiani.

Il rischio di nuovi ricorsi - Soprattutto, però, c'è una questione di tempi: bisogna intervenire subito con decreto, perché, spiega il Corriere della Sera citando fonti riservatissime dal Ministero di Economia e Finanza, c'è il concreto rischio che "qualsiasi pensionato incassando la prima pensione dopo la sentenza della Consulta potrebbe sentirsi in diritto di fare ricorso perché la stessa non ha avuto applicazione". L'incubo infatti è noto: la sentenza della Corte si riferisce agli anni 2012 e 2013, ma cosa accadrà se il governo sarà costretto da un tribunale ad adeguare anche gli assegni del 2014, del 2015 e quelli futuri? 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • allianz

    22 Maggio 2015 - 22:10

    Se i pensionati non sono scemi...ma ho i miei dubbi-li rovinano alle regionali non votando più Pd.

    Report

    Rispondi

  • Gigi777

    22 Maggio 2015 - 14:02

    Se Renzi e Padoan pensano che i pensionati siano tutti vecchi e rincitrulliti da non capire che sono stati derubati.... Renzi deve imparare a non prendere in giro e a non andare in TV a dire che la sentenza è stata rispettata. Rispettata una mazza ! Voi dovete riprendere i soldi dove li avete elargiti a piene mani: Regioni, Municipalizzate, vitalizi, ecc.ecc.. Se no, ve ne accorgerete molto presto

    Report

    Rispondi

  • tacos

    17 Maggio 2015 - 19:07

    Tutti che si affannano a spiegare che sono le pensioni dei politici, chissenefrega dei politici e le loro pensioni. Gli Italiani hanno fatto negli anni un contratto con lo stato approvato dal parlamento, senato e la Corte Costituzionale non è intervenuta in quanto la legge era legittima. Adesso devono pagare con i soldi delle tante società partecipate, tutte gestite con il familismo e nepotismo.

    Report

    Rispondi

  • nero48

    17 Maggio 2015 - 19:07

    E' d'obbligo dire "governo ladro"!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog