Cerca

Iniziative

Sipcam Oxon: “In sintonia con Expo e ancora più consapevoli del nostro ruolo”

Sipcam Oxon: “In sintonia con Expo e ancora più consapevoli del nostro ruolo”


Cinquanta appuntamenti: presentato il programma degli eventi organizzati dalla multinazionale italiana dell’agrofarmaco con sede a Pero (MI), che si terranno da maggio a ottobre in concomitanza dell’Esposizione Universale

Milano, 18/05/2015 - Un cambio di passo epocale. Expo 2015, il cui tema è “Nutrire il pianeta/Energia per la vita”, sta focalizzando l’attenzione del mondo sul cibo quale motivo del cambiamento e dello sviluppo nei prossimi anni. Sotto più punti di vista: dell’economia, della ricerca, della tecnologia, della sostenibilità. Tutte le grandi economie e tutti i Paesi avanzati sono proiettati in tale direzione.

Su questa base SIPCAM OXON, multinazionale italiana dell’agrofarmaco con sede a Pero, primo gruppo tra quelli di proprietà totalmente italiana e 14esimo nel ranking mondiale, 800 dipendenti in tutto il mondo e fatturato 2014 consolidato di oltre i 420 milioni di euro, ha approntato un calendario fatto da una cinquantina di appuntamenti “culturali” e scientifici che si terranno sia presso la sede a Pero – proprio a poca distanza dagli spazi espositivi di Expo - sia esternamente presso diverse sedi istituzionali.

Il programma, una parte significativa del quale realizzato in partnership con il Parco Tecnologico Padano di Lodi, e destinato a volte ai soli stakeholders del Gruppo (dipendenti, clienti, partner) altre anche a un pubblico di esterni invitati, è stato presentato nel corso dell’inaugurazione - avvenuta sabato 9 maggio alla presenza delle autorità cittadine - della nuova Sala accoglienza che riceverà clienti e dipendenti del Gruppo che verranno a Milano per visitare a Expo, della nuova Sala convegni e della Mostra “70 anni di storia/SIPCAM OXON e l’evoluzione dell’agricoltura”.

Il pianeta per essere nutrito ha bisogno di nuove consapevolezza e visioni. Così il programma di eventi SIPCAM OXON affronterà temi come la sostenibilità, l’impatto ambientale e l’uso dell’acqua in agricoltura, ma anche il ruolo dei biostimolanti nelle colture e delle tecnologie per l’ortofrutta e la frutticoltura. Nutrire il pianeta richiede anche una capacità strategica e globalizzata, per cui saranno anche presentati modelli di innovazione e di partnership realizzati da SIPCAM OXON con le società giapponesi Sumitomo Corporation e Nihon Nohyaku Co. Ltd. Si terranno anche visite presso lo stabilimento SIPCAM di Salerano sul Lambro (LO) e quello di OXON di Mezzana Bigli (PV). Sono previsti anche momenti di “svago”, di adesione a iniziative, mostre e rappresentazioni teatrali, organizzati da Confindustria presso Padiglione Italia.

“Nutrire il pianeta/Energia per la vita – afferma Nadia Gagliardini, presidente SIPCAM OXON – significa essere in grado di sostenere la produzione agricola necessaria a soddisfare il fabbisogno alimentare mondiale. E’ una sfida importante che deve tenere conto dei previsti aumenti della popolazione e quindi la necessità di aumentare le rese produttive agricole, in un contesto in cui la superficie coltivabile è limitata. Questo rende ancora più indispensabile l’uso di mezzi tecnici per l’agricoltura tra cui fertilizzanti e prodotti agrochimici. Questa è per così dire la premessa, rispetto a cui bisogna andare oltre. Sono necessari un salto di paradigma e una nuova presa di consapevolezza da parte di tutte le parti in causa. Necessità che Expo potrà evidenziare con la sua forza mediatica. Di qui il nostro investimento, il nostro contributo alla riflessione con questo programma di eventi”.

“Cercheremo per esempio di capire – aggiunge Giovanni Affaba, amministratore delegato SIPCAM OXON - come la ricerca debba essere focalizzata a individuare le soluzioni più adatte per soddisfare le esigenze dei vari mercati attraverso la progettazione di processi industriali sostenibili. Il pianeta ha bisogno di essere nutrito, ma è necessario assecondare le grandi colture come quelle specialistiche di nicchia, un ambito dove è meno forte l’attenzione delle grandi multinazionali. Fondamentale è una visione globale, innovativa, organica che si sviluppi con alleanze e concordanze d’intenti nei diversi Paesi”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog