Cerca

La riforma Inps

Pensioni, lasciare prima il lavoro: ecco quanto si guardagnerebbe

La parola d'ordine è: flessibilità. E' questo il principio ispiratore della riforma delle pensioni di Matteo Renzi. La sintesi è: si può andare in pensione prima ma con un assegno più basso. La domanda è: quanto bassa? In un'intervista a Il Messaggero il sottosegretario all'Economia Pier Paolo Baretta spiega che nella proposta di legge viene ipotizzata che sulla quota  retributiva della pensione sarò applicata una decurtazione del due per cento per ogni anno di anticipo a partire dai 62 anni rispetto alla età di riferimento per la pensioni per la pensione di vecchiaia ossia 66 anni. Baretta ha precisato però che la penalizzazione si attenua rispetto all'età di riferimento per la pensione di vecchiaia ovvero 66 anni. "La penalizzazione però si attenua gradualmente se gli anni di contributi sono più di 35, Si può anche pensare a tagli più consistenti o ad una diversa modulazione", spiega Baretta che precisa: "L'età di riferimento resta 66 anni. Maggiore flessibilità sull'uscita dei lavoratori anziani, può creare più occasioni di lavoro per i giovani, favorire un po' di ricambio generazionale".

Il caso . Un esempio: se la pensione del signor Rossi è prevista a 66 anni con un assegno di duemila uero al mese potrebbe andarsene a 62 anni con 160 euro in meno al mese. Ma quest'ipotesi costa allo Stato tra i tre i i 4 miliardi di euro l'anno. Per questo si pensano a delle altre soluzioni tecniche: il signor Bianchi potrebbe accettare per i primi quattro anno un assegno più basso, restituendo la cifra anticipata a rate solo a partire dal momento in cui era previsto il pensionamento ordinario. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • EhEhEh

    20 Maggio 2015 - 18:06

    Vorrei hiedere a questa redazione che continua a parlare di 66 anni i 62 anni ma quelle persone che hanno versao 40 anni di cintributi e ripeto versati tutti e hanno 58..59..57...56..anni e sono disoccupati perchehanno chiuso le aziende che caxxo fanno? Aspetto risposta dalla redazione grazie!!!

    Report

    Rispondi

  • pino&pino

    20 Maggio 2015 - 11:11

    Bolinastretta - Tu sei abituato a cose concrete, tipo: pone sullo stretto, milioni di posti di lavoro, riduzione delle tasse, riforma della giustizia (per tutti), scuola più avanzata, abolizione degli sprechi, riduzione drastica dei parlamentari, altro che queste cose farraginose e inutili. Sei un grande Bollina

    Report

    Rispondi

    • Bolinastretta

      20 Maggio 2015 - 17:05

      pino&pino sei l'unico coglione che crede ancora e convinto che io abbia votato il berlusca!! benché te l'abbia detto centinaia di volte!! ma continua pure così fa parte della tua illusione e di credere di non essere ancora succube e vittime del Siviaccio che ve lo sta mettendo ancora in culo grazie al nuovo socio al nazzareno tra un po' lo voterete pure!! beati e SERENI!! povero pino sveglia!!!

      Report

      Rispondi

  • pino&pino

    20 Maggio 2015 - 10:10

    Oh cazzo, ora che sui papponi si deve pronunciare la destra l'articolo è scomparso. Che dire: povera e miserabile destra italiana (o quel che ne rimane)

    Report

    Rispondi

  • Bolinastretta

    20 Maggio 2015 - 10:10

    dalle mie parti queste minchiate farraginose ed inutili perdite di tempo in calcoli improbabili, le chiamiamo: SCOREGGE NELLO SPAZIO! come quelle che va dicendo e purtroppo anche mettendo in pratica il nostro nuovo Renzie il dittatore rosso!!

    Report

    Rispondi

    • vpmiit

      20 Maggio 2015 - 13:01

      Non ho capito questo intervento. A me questa proposta del governo Renzi pare interessante , ragionevole ed economicamente compatibile.

      Report

      Rispondi

blog