Cerca

Dal Portogallo

Bce, Mario Draghi: "Divergenze strutturali tra Paesi Ue sono esplosive per l'euro"

Bce, Mario Draghi: "Divergenze strutturali tra Paesi Ue sono esplosive per l'euro"

Le divergenze strutturali tra i paesi dell'Eurozona possono diventare pericolose ed esplosive e l'euro non è un dato irreversibile. Parola del presidente della Banca Centrale Europea Mario Draghi, che dal forum Bce di Sintra, in Portogallo, lancia l'allarme: "In una unione monetaria non ci si può permettere di avere profonde e crescenti divergenze strutturali tra paesi, perché queste tendono a diventare esplosive" e "possono arrivare a minacciare l'esistenza dell'unione monetaria". Davanti a banchieri centrali, accademici e membri dei vari governi, riuniti per parlare di inflazione, occupazione, produttività e politica monetaria, Draghi ha sottolineato come la Bce sia "il custode" della moneta unica europea e ha sostenuto che in una unione monetaria "la banca centrale dovrebbe discutere dei problemi che possono influenzare l'adempimento del suo mandato di stabilità dei prezzi o di minare l'esistenza dell’unione stessa".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • vincenzocontadino

    25 Maggio 2015 - 14:02

    Insomma, un bel incaprettamendo da parte di Prod€C. Vincenzo, ovvero il sottoscritto, quando ero ad uno stage al Parlamento Europeo fui determinatodeterminato con molti Membri Pse nelle cene: vedi le 12 Nazioni aderenti e 12 lingue, anziché adottare una sola ed altre due Locale e di Bandiera! Altro, il nome facsimile all'Unione Sovietica e non Stati Uniti, forse perche tenzone? Ora piagnistei se

    Report

    Rispondi

  • aldo delli carri

    24 Maggio 2015 - 18:06

    draghi, senza questa associazione a delinquere andrai a fare il presidente dei casalesi...ma quelli non ti vorranno perché sono più diligenti di te, venduto a una banda di usurai, la bce

    Report

    Rispondi

blog