Cerca

L'economia che cambia

Lavoro, ecco le prime 10 professioni che le aziende faticano a trovare. Al primo posto macchinisti e segretarie

Lavoro, ecco le prime 10 professioni che le aziende faticano a trovare. Al primo posto macchinisti e segretarie

Macchinisti, segretarie e tecnici specializzati. Sono queste le prime tre professioni che le aziende italiane cercano e faticano a trovare. Infatti secondo il Talent Shortage 2015, l’indagine annuale condotta da ManpowerGroup su 41mila responsabili di risorse umane di 42 Paesi, i posti di lavoro maggiormente disponibili sono quelli non facilmente sostituibili dalla tecnologia. Nonostante questo “rispetto al passato – ha commentato Stefano Scabbio, presidente di Area Mediterranea ManpowerGroup - le competenze richieste dalle aziende stanno diventando sempre più elevate”.

Professioni scomparse – Sono il 28% delle aziende italiane quelle che hanno dichiarato di aver avuto difficoltà nel cercare lavoratori. Secondo l’analisi le prime dieci professioni più difficilmente reperibili sono:

1. Macchinisti
2. Segretarie
3. Tecnici specializzati
4. Addetti alle vendite
5. Professionisti in contabilità e finanza
6. Professionisti IT
7. Educatori/formatori
8. Sales Manager
9. Medici e operatori sanitari
10. Ristorazione e personale alberghiero

Fra le difficoltà di incontro tra domanda e offerta vi è la mancata coincidenza tra retribuzione offerta e quella richiesta, la scarsità di candidature, la mancanza di competenze tecniche e di esperienze pregresse. Se dunque l’epoca degli ingegneri, dei notai e dei commercialisti è finito, occorre ancora capire come sfruttare questa nuova tipologia di domanda.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • zhoe248

    26 Maggio 2015 - 15:03

    Operatori sanitari introvabili? Mi sembrano notizie farlocche. Ho letto che al concorso per 1 (dicasi uno) posto da infiermiere (mi pare a Modena) si sono presentati 6000 candidati provenienti da tutta Italia!

    Report

    Rispondi

blog