Cerca

Braccio di ferro

Grecia, l'indiscrezione: "Retromarcia della Ue, bozza per la ristrutturazione dell'accordo con Atene"

Grecia, l'indiscrezione: "Retromarcia della Ue, bozza per la ristrutturazione dell'accordo con Atene"

La Grecia lo aveva detto più di volte: non ha nessuna intenzione di cambiare il suo pacchetto di riforme. E men che meno di modificare il piano pensionistico, come è stato invece richiesto dalle autorità europee. Nonostante questo però, secondo quanto scrive il quotidiano ellenico Kathimerini, la Commissione Ue e la Bce starebbero studiando una bozza per ristrutturare il debito, a patto che Atene trovi un accordo con i creditori. Insomma, pur di evitare un default e scongiurare l’ipotesi Grexit, i vertici Ue sarebbero disposti a una parziale marcia indietro, cedendo così al "celodurismo in salsa ellenica" di Tsipras, che in questo modo, de facto, vincerebbe il suo personalissimo braccio di ferro con la Germania e con Bruxelles (certo, scendendo a qualche compromesso). L'indiscrezione è arrivata in una giornata cruciale, quella dell'Eurogruppo, e a soli dieci giorni dalla scadenza del debito da 1,6 miliardi con il Fondo monetario internazionale".

Dietrofront – L’apertura ufficiale è arrivata dalla stessa Angela Merkel, che al Bundestag ha sottolineato come sia possibile un accordo tra Atene e i creditori e che gli sforzi della Germania sono quelli di far rimanere la Grecia nella zona Euro e nell’Europa. Soprattutto dopo che la Banca centrale greca aveva dichiarato che un mancato accordo “segnerebbe l’inizio di un percorso doloroso che porterebbe inizialmente ad un default della Grecia e, infine, all’uscita del Paese dalla zona euro e, molto probabilmente, dall’Unione europea”. Così la cancelliera tedesca si è spesa in parole di conforto: “Sono ancora convinta: dove c’è una volontà, c’è una possibilità. Se chi è al potere in Grecia riesce a convogliare questa volontà, un accordo con le tre istituzioni (Ue, Fmi e Bce, ndr) è possibile”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • pinodipino

    18 Giugno 2015 - 19:07

    Maledetti Komunisti vincono sempre loro !!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • spalella

    18 Giugno 2015 - 19:07

    Brava Grecia. Certo ha le sue ccolpe e anche tante, ma le banche che compravano debito greco al 20% e più trovavano Comodo farlo... tanto poi interviene Pantalone UE. Bene che Ora quelle banche perdano sulla Speculazione che han fatto... d'altronde la speculazione è un rischio, no ? e il FMI è un'associazione a delinquere, guardando a come si è comportato con l'Argentina, poi fallita lo stesso.

    Report

    Rispondi

  • rocambole

    18 Giugno 2015 - 19:07

    I Comunisti fregano i popoli fessi che a loro si affidano come in Grecie e come in Italia. Mal voluto non è mai troppo.Volevano Tsipras? Ora paghino il conto.

    Report

    Rispondi

  • sempre-CDX

    18 Giugno 2015 - 18:06

    Solo i nostri politicanti obbediscono a comando ..................

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog