Cerca

Posto dei sogni

Leonardo del Vecchio paga le vacanze ai figli dei dipendenti

Leonardo del Vecchio paga le vacanze ai figli dei dipendenti

Nelle classifiche mondiali delle aziende più ambite compaiono sempre ai primi posti Coca Cola o Ferrari. Ma in realtà, la migliore, almeno per un dipendente che tiene famiglia il miglior posto dove lavorare è Luxottica. L' azienda leader mondiale degli occhiali infatti vanta un welfare aziendale da invidia. L' ultimo benefit, come raccontava ieri il sito del Gazzettino è la settimana di vacanza al mare pagata ai figli delle migliaia di dipendenti (nel mondo sono circa 70.000) italiani ed europei.
Il colosso con sede ad Agordo (con l' accento sulla "a"), nel bellunese, manda in ferie gratis i giovani fra gli 11 e i 16 anni a Bibione, in provincia di Venezia. E le adesioni sono già arrivate a quota 700.
Oltre 50 partecipanti provengono dai Paesi europei dove Luxottica è presente con proprie filiali, tutti gli altri giungeranno da Agordo, Cencenighe, Sedico, Pederobba, Rovereto, Lauriano e Milano.
Da ieri, per quattro turni di una settimana ciascuno, i ragazzi saranno ospiti di una delle strutture ricettive della località veneta.
Oltre ad apprendimento linguistico e culturale ci saranno ovviamente attività sulla spiaggia come beach volley, tennis, rugby, calcio, corsi di basket, tiro con l' arco, nuoto, zumba e fitness. Per facilitare le famiglie, Luxottica ha messo a disposizione di ragazzi e genitori anche un servizio di autobus dai luoghi di provenienza fino a Bibione.
Ma questo è solo l' ultimo esempio, come dicevamo, di welfare aziendale made in Luxottica, che riguarda gli oltre 8mila dipendenti italiani. Tutto è iniziato nel 2009 quando sindacati e azienda hanno siglato un accordo su salute, istruzione, benessere alimentare, assistenza sociale. Ecco i quattro pilastri: - Assegnazione di un carrello della spesa del valore di mercato di circa 110 euro, contenente beni alimentari di marca. - Rimborso diretto ai dipendenti della spesa sostenuta per l' acquisto dei libri di testo previsti dal programma scolastico e per gli esami universitari.
- Assegnazione di borse di studio per merito ai figli dei dipendenti e ai dipendenti studenti che stanno frequentando la scuola media, superiori, università e corsi di Master.
- Copertura delle spese sostenute dai lavoratori e dai loro familiari per vari interventi, tipo dentista, visite specialistiche, esami di alta diagnostica e grandi operazioni. Nel 2013 l' accordo è stato ampliato, aggiungendo pure un servizio sperimentale di trasporto pubblico collettivo verso il luogo di lavoro e di rientro a casa, a cominciare da Agordo. È stato poi attivato il servizio di rateizzazione dell' importo degli abbonamenti annui per i pullman attraverso il quale Luxottica anticipa, per conto dei lavoratori, il pagamento degli abbonamenti annuali alle aziende di trasporto. Sono inoltre previsti contributi e incentivi per favorire il bilanciamento fra lavoro e vita privata, come l' asilo nido, la lavanderia, il disbrigo di pratiche e il telelavoro. Senza dimenticare il sostegno economico (centinaia di euro) per la maternità.
Qualche settimana fa è infine arrivato un regalo inaspettato. Leonardo Del Vecchio, il patron e principale azionista di Luxottica, per il suo 80esimo compleanno (22 maggio) ha regalato 140mila azioni della società ai dipendenti italiani. Una gratifica da 9 milioni complessivi, circa 1000 euro a testa ai valori attuali di Borsa.
C' è poco da dire: Del Vecchio è un eroe. Forse perché cresciuto al famoso orfanotrofio Martinitt di Milano dopo aver perso il padre, l' uomo più ricco d' Italia (se la gioca sempre con i Ferrero) non dimentica mai che, se può contare su 3 miliardi di liquidità personale, lo deve ai suoi dipendenti, che da 50 anni lavorano con lui. Lui che lavorava 20 ore filate e faceva il pendolare Milano-Agordo, sa cos' è la fatica e quanti sacrifici fa una famiglia. E quando i lavoratori stanno con l' imprenditore, l' azienda può conquistare il mondo. I miracoli non accadono per caso.
L' AZIENDA Luxottica ha chiuso il 2014 con un fatturato netto di 7,6 miliardi di euro. Ha oltre 77.000 dipendenti e una solida presenza globale, leader nel design, nella produzione e distribuzione di occhiali di fascia alta, di lusso e sportivi, da vista e da sole. La distribuzione wholesale copre più di 130 paesi nei cinque continenti, con una presenza diretta nei mercati più importanti grazie a 50 filiali commerciali e 7.000 punti vendita nel mondo.
LA STORIA Fondata nel 1961 da Leonardo Del Vecchio, Luxottica Group è oggi una grande realtà. Il design, lo sviluppo e la realizzazione dei prodotti avvengono in sei stabilimenti produttivi in Italia, tre in Cina, uno in Brasile e uno negli Stati Uniti dedicato alla produzione di occhiali da sole sportivi. In India uno stabilimento di minori dimensioni serve il mercato locale. Il welfare voluto dal patron Del Vecchio Ragazzi dagli 11 ai 16 anni passeranno una settimana al mare, a Bibione, tra corsi di lingue e attività sportive. A disposizione delle famiglie anche un autobus.

Giuliano Zulin

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • P.Ilaria

    01 Febbraio 2016 - 16:04

    Io AMO questo Uomo. Lavoro nella sua Azienda, è fantastico!!! Grazie per tutto, tutti noi abbiamo grande Stima verso di Lei. Dio la protegga e la faccia vivere sano, a lungo! Nessuno, sarà più come Lei.

    Report

    Rispondi

  • findus92

    findus92

    24 Giugno 2015 - 18:06

    meraviglioso,semplicemente una persona speciale da ammirare per sempre,una vera e propria icona.

    Report

    Rispondi

  • etano

    22 Giugno 2015 - 16:04

    Evidentemente alle menti bovinamente convenzionali dei sinistri non va bene nulla. Se ha il fatturato che leggiamo significa che il prodotto è di qualità sia come materiali utilizzati per le lenti (importantissimo) che come design delle montature. in Italia nel mondo esistono intenditori e persone esigenti che potendo acquistano i suoi prodotti. Dove sta il problema?

    Report

    Rispondi

    • cristina.mottana

      22 Giugno 2015 - 23:11

      Concordo pienamente con te, i commenti a seguire di Fausta e Alfa sono, a esser gentili, sconsolanti.

      Report

      Rispondi

  • fausta73

    22 Giugno 2015 - 12:12

    Se lo può permettere perchè i suoi occhiali li vende a prezzo esagerato. Chiarisco che io non li compro

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog