Cerca

La circolare dell'Istituto

Pensioni, ad agosto 800 euro in più sull'assegno, anche gli eredi hanno diritto al rimborso

Pensioni, ad agosto 800 euro in più sull'assegno, anche gli eredi hanno diritto al rimborso

Dal primo agosto prossimo l’Inps pagherà a titolo di arretrati la rivalutazione delle pensioni sancita dalla sentenza della Consulta e recepita dal decreto legge del governo. Ad essere interessate le pensioni da 3 volte il minimo fino a 6 volte secondo unmeccanismo di decalage confermato da una circolare pubblicata oggi. Per il 2012 e 2013 dunque, percepiranno un reintegro del 100% tutti i trattamenti di importo complessivo fino a tre volte il minimo; del 40% quelli superiori a 3 volte il minimo e fino a 4 volte; del 20% quelli sopra a 4 volte il minimo e fino a 5 volte; del 10% per quelli sopra 5 volte il minimo e fino a 6 volte. Per il 2014 e il 2015 invece la rivalutazione sarà riconosciuta a partire dalle pensioni superiori a 3 volte il minimo e fino a 6 volte e sarà pari al 20% della percentuale assegnata per ogni fascia di reddito per gli anni 2012-2013.      

Assegno da 1500 euro -  Per fare un esempio: le pensioni superiori a 3 volte il minimo e pari o inferiori a 4 volte il minimo, fino dunque a 1500 euro, spiega la circolare Inps, percepiranno dal 1 agosto una rivalutazione complessiva, calcolando gli arretrati 2012, 2013, 2014 e 2015 di 796,27 euro. In particolare saranno restituiti 210,6 euro per il 2012 e 447,2 per il 2013. Per il 2014 e 2015, invece, la restituzione sarà pari rispettivamente a 89,96 euro e 48,51 euro. L’Istituto procederà, poi, spiega ancora la nota, in occasione del rinnovo delle pensioni per il 2016, a ricalcolare le pensioni a partire dal 2012, attribuendo le percentuali di perequazione sopra indicate ai coefficienti di perequazione, rispettivamente del 2,7 e del 3 per cento, relativi agli anni 2012 e 2013 e i criteri di perequazione stabiliti dalla legge n. 147 del 2013 per gli anni 2014, 2015 e 2016. Il nuovo importo della pensione dell’anno 2016 sarà poi, la nuova base per il calcolo della perequazione a regime. A decorrere dal 2017 torneranno comunque in vigore le disposizioni sulla rivalutazione automatica delle pensioni della legge 388 del 2000.

Gli eredi - I rimborsi dovuti sulle pensioni dopo la sentenza della Consulta, che ha dichiarato illegittimo lo stop agli adeguamenti automatici, potranno essere versati anche agli eredi se questi ne faranno richiesta. Lo riferisce una  circolare dell’Inps. "Gli importi relativi alle somme oggetto di restituzione - spiega l’Istituto - potranno essere oggetto di ricalcolo in funzione di eventuali ricostituzioni di pensione. Il calcolo delle differenze spettanti verrà effettuato anche  per le pensioni che al momento della lavorazione risulteranno eliminate. Il pagamento delle spettanze agli aventi titolo sarà effettuato a domanda nei limiti della prescrizione»"

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • dalcanc

    26 Giugno 2015 - 08:08

    Dove sta la fregaturaimps dove li prende i soldi dai politici o da noi?

    Report

    Rispondi

  • Obiettore

    Obiettore

    25 Giugno 2015 - 19:07

    Ladriladriladriladriladriladri

    Report

    Rispondi

  • MOSTRAZZI

    25 Giugno 2015 - 18:06

    La sentenza della Consulta è una BESTIALITA' perché già la maggior parte delle pensioni (specie quelle degli statali) sono in buona parte RUBATE. Il colmo è che i ladri (legali, si capisce) protestano pure per il regalino estivo!

    Report

    Rispondi

  • bettely1313

    25 Giugno 2015 - 18:06

    letto l'articolo, sembra il gioco delle tre carte. Staremo a vedere la fregatura dove sta

    Report

    Rispondi

blog

Attilio Barbieri
sds

sds

di Attilio Barbieri