Cerca

Il giono decisivo

Grecia, Tsipras indice un referendum sull'offerta dell'Eurogruppo

Grecia, Tsipras indice un referendum sull'offerta dell'Eurogruppo

Alexis Tsipras ha annunciato che i greci saranno chiamati domenica 5 luglio a votare il referendum sulla proposta dei creditori. Il premier ellenico ha dichiarato di essere stato costretto a indire il referendum perché i partner dell’Eurogruppo hanno presentato un ultimatum alla Grecia che è contro i valori europei per cui "siamo obbligati a rispondere sentendo la volontà del popolo sovrano".  Ci hanno chiesto di accettare pesi insopportabili che avrebbero aggravato la situazione del mercato del lavoro e aumentato le tasse. Per Tsipras l’obiettivo di alcuni dei partner eruopei e l’umiliazione dell’intero popolo greco. (AGI)Tsipras ha aggiunto che  chiederà un’estensione di pochi giorni del programma di salvataggio della troika (Bce-Ue-Fmi), che scade il 30 giugno, per poter arrivare senza problemi a tenere il referendum del 5 luglio. Tsipras, ricorrendo all’arma della retorica populista con cui ha vinto le elezioni ha stigmatizzato che "queste proposte (dell’Eurogruppo), che chiaramente violano i trattati europei e il diritto base al lavoro, all’eguaglianza e alla dignità dimostrano il proposito che alcuni dei partner e delle istituzioni non vogliono un accordo fattibile per tute le parti, ma la possibilità di umiliare un intero popolo". 

L’annuncio dato dal premier Alexis Tsipras del referendum del 5 luglio sul piano dei creditori che sarà definito  all’Eurogruppo, ha riaccelerato in piena notte la corsa dei greci ai bancomat, confermando la delusione degli elettori nella fiducia malriposta nelle promesse salvifiche con Syriza ha vinto le elezioni. Lo riferisce il sito web del britannico Daily Telegraph, che raconta come nelle  prime ore di stamane i bancomat sono stati presi d’assalto. In almeno un caso invece, la banca Alpha, ha sospeso le contrattazioni online secondo quanto riferisce lo stesso sito web dell’istituto, per impedire di spostare i soldi su altri conti. Stasera il governo ha fatto sapere che lunedì le banhe resteranno aperte e non saranno imposti controlli sui capitali. O quel che ne resta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • osservore

    28 Giugno 2015 - 07:07

    bravi ,bravi.hanno capito cosa è l'euro,una moneta di banchieri,affaristi e usurai dei popoli nordici.

    Report

    Rispondi

  • fabiou

    28 Giugno 2015 - 00:12

    grande tsipras che libera la grecia dalla tacnocrazia usuraia bancaria e si volge verso Putin, difensore della morale e della Tradizione

    Report

    Rispondi

  • allianz

    27 Giugno 2015 - 19:07

    DIo BENEDICA I GRECI.Speriamo che li seguano a ruota Italia,Spagna,Francia e che si disfi questo merdaio che non ha voluto nessuno.

    Report

    Rispondi

  • sfeno

    27 Giugno 2015 - 16:04

    diciamo piuttosto che dopo le minacce della moglie Tsipras (ponzio pilato) a deciso di mettere il destino della Grecia in mano ai greci....

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog