Cerca

Referendum greco

Sondaggio, cosa voterebbero gli italiani al posto dei greci

Sondaggio, cosa voterebbero gli italiani al posto dei greci

Mentre la Grecia si prepara a votare al referendum promosso dal premier Alexis Tsipras l'Europa si spacca fra chi voterebbe no in accordo con il governo di Atene e chi invece direbbe sì all'Europa.

Ma come voterebbero gli italiani se fossero al posto dei greci? Secondo un sondaggio realizzato da Nando Pagnoncelli per il Corriere della Serala maggioranza (51%) voterebbe a favore delle misure imposte dall'Europa, pur di evitare il fallimento dell'Italia e l'uscita dall'euro, il 30% voterebbe no, col rischio di ritornare alla lira. Gli elettori del Pd (83%) e quelli centristi (67%) sono nettamente a favore del sì, mentre a favore del no sono gli elettori di Forza Italia (48%), del Movimento 5 Stelle (48%) e i leghisti (56%). Insomma, dal sondaggio emerge che solo una strettissima maggioranza degli italiani voterebbe per le misure imposte dall'Europa: cifre che preoccupano le istituzioni continentale e il fronte rigorista capeggiato da Angela Merkel. Inoltre, si evince che quasi un terzo del Belpaese vorrebbe subito tornare alla lira: un dato più che significativo.

Detto questo, la maggioranza degli italiani (53%) prevede che, al di là del referendum, la Grecia troverà un accordo con l'Ue mentre un italiano su tre (31%) è pessimista e ritiene che la Grecia alla fine fallirà e uscirà dalla moneta unica.

Gli italiani sono poi preoccupati dell'effetto domino che la crisi greca potrebbe avere sull'Italia (55%) mentre il 16% è preoccupato per i crediti che l'Italia vanta sulla Grecia, che potrebbero non essere onorati causando un buco nei nostri bilanci pubblici. Solo il 15% si dice sicuro che l'Italia non corre rischi perché è un Paese più solido della Grecia. Di sicuro gli intervistati credono che, comunque vada, questa vicenda indebolisce l'Europa (72%) mentre solo il 14% è di parere opposto perché ritiene che così si rafforzi il concetto che con l'unificazione tutti i Paesi devono cedere una parte della propria sovranità.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • routier

    06 Luglio 2015 - 08:08

    Assai meglio una fine drammatica che un dramma senza fine ! (in Grecia lo hanno capito, noi no !)

    Report

    Rispondi

  • marco53

    05 Luglio 2015 - 10:10

    Dalla paura vincerà il Sì, e i greci torneranno in ginocchio e col cappello in mano dalla Merkel. Saranno schiavi per sempre. Perderanno una buona occasione, forse l'unica per risollevarsi e per riconquistare un po' di dignità. In Italia, prossima vittima di quest'Europa, succederà lo stesso. Firmeremo la nostra condanna a morte.

    Report

    Rispondi

  • vmannel

    05 Luglio 2015 - 10:10

    penso che un referendum simile andrebbe tenuto in Italia,adeguando le vigenti normative,perché non è solo economico ma politico. Però,da questo orecchio,i governanti ed i media che li appoggiano,non ci sentono

    Report

    Rispondi

  • hansulrich

    04 Luglio 2015 - 18:06

    ...e il resto si paga in dolci, chewing-gum oppure telephone-chips come primo del euro!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog