Cerca

Referendum sull'Europa

Bertone: Grecia, cosa succede se vince il no

Bertone: Grecia, cosa succede se vince il no

"Ma che catastrofe se vincono i no", è il mantra più ripetuto in questa vigilia elettorale greca che ha il sapore della roulette russa. Ma non è detto, peraltro, che le cose andranno meglio nel caso di vittoria del «sì». Anzi, la bocciatura della linea di Bruxelles potrebbe avere, per paradosso, effetti positivi per l' Eurozona. Intendiamoci, nel breve termine il verdetto avrebbe conseguenze devastanti. La Bce non potrà confermare, nella riunione di domani, i prestiti di emergenza Ela alle banche.
Gli istituti ellenici, che dichiarano di avere in cassa solo un miliardo (probabilmente meno), dovranno prolungare la chiusura nell' attesa di scelte politiche drastiche. Sembra inevitabile il ricorso agli Iou, i classici "pagherò" per assicurare liquidità all' economia. Potrebbe essere l' anticamera del ritorno alla dracma o l' avvio di un doppio regime: l' euro per le transazioni internazionali, una valuta interna non con valore molto inferiore per stipendi o pensioni. Per i greci comincerà in quel caso un lungo periodo di povertà senza grosse prospettive di riscatto. Certo, la svalutazione potrebbe favorire l' export, che è però ben poca cosa ma, vista la crescita del prezzo delle importazioni avrà effetti assai negativi sull' economia.

Leggi l'articolo integrale di Pelanda su Libero in edicola oggi, domenica 5 luglio o clicca qui

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog