Cerca

La stangata

Pensioni, Tito Boeri: "Contributo di solidarietà su quelle più alte"

Pensioni, Tito Boeri: "Contributo di solidarietà su quelle più alte"

Da tempo si parla della proposta di riforma delle pensioni. Ora, è arrivata. E spaventa. Tito Boeri, neo-presidente dell'Inps, l'ha presentata nelle sue linee essenziali. Si parte dal primo, amaro, punto: un contributo di solidarietà "a chi ha i redditi pensionistici più elevati in virtù di trattamenti molto più vantaggiosi di quelli di cui godranno i pensionati di domani". Insomma, la riforma si riduce a un taglio degli assegni. Di cifre, Boeri, non ne ha fatte. Insomma ancora non è chiaro chi verrà ulteriormente punito: resta solo la certezza che mister Inps vuole ridurre parte degli assegni. Dunque il secondo caposaldo della riforma, quella che Boeri definisce "flessibilità sostenibile". Nel lungo periodo il sistema contributivo contiene all'interno tutti i meccanismi per permettere ai lavoratori di lasciare in anticipo rispetto all'età di maturazione dei requisiti di vecchiaia. In buona sostanza basterà spalmare il montante dei contributi versati su un numero di anni maggiore. Il corollario è che quanto prima si lascerà il lavoro tanto più bassi saranno gli assedi. In media, anticipando di 4 o 5 anni, stando a quanto emerso dalle simulazioni, la riduzione sarebbe pari a un 15-30% sull'assegno. Secondo Boeri si tratta dell'unica via per non aumentare il debito pensionistico e scaricare il costo sulle future generazioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Karl Oscar

    09 Luglio 2015 - 13:01

    Se in una famiglia i coniugi percepiscono 2.950 ciascuno di pensione nessun prelievo,Invece l'unico pensionato in famiglia che percepisce 3.050 ,prelievo.Parole di Renzi:bisogna aiutare la famiglia,no comment

    Report

    Rispondi

    • enricorivo

      09 Luglio 2015 - 13:01

      Tu prendi 3.050 euro perché hai versato i contributi con certe regole. Per noi 30/40/50enni queste regole non valgono più. Prima di lamentarti aspetta il tuo turno.

      Report

      Rispondi

      • Karl Oscar

        09 Luglio 2015 - 20:08

        n.b.3.050 sono i lordi al netto 2.000 circa e non mi pare pensione da nababbi

        Report

        Rispondi

      • Karl Oscar

        09 Luglio 2015 - 16:04

        Quindi abolito lo stato di diritto.Se fossi una persona intelligente dovresti lottare per mantenerlo,invece sei per la precarietà e l'incertezza delle leggi non capisci che la partita è più grande,Certo ho versato per 40 anni,e pagato le tasse anche per la stragrande maggioranza degli evasori.Contento che mi fregano? Fai il gioco di chi ti stà fregando

        Report

        Rispondi

        • enricorivo

          09 Luglio 2015 - 23:11

          Se fossi una persona intelligente non parlerei con te questo è vero, ma ti faccio notare che uno stato di diritto si fonda sulla giustizia. Goditi quindi i tuoi diritti "acquisiti" ma ricordati che a garantirteli, con queste regole, c'è una generazione fottuta cui è stato tolto tutto !

          Report

          Rispondi

  • lino1749

    09 Luglio 2015 - 12:12

    Io credo che la vera pazzia sia arrivata. Si vogliono togliere soldi a chi percepisce sui 2000€ netti per quelli che ne prendono 500. Ma nessuno parla di associarli ad un certificato Isee. Magari molti di quelli che sembrano bisognosi non hanno versato pechè potevano lavorare in nero o hanno lavorato poco perchè avevano conti cospiqui in banca. E nostri figli che in futuro andranno con 300/400 €?

    Report

    Rispondi

  • sempreadestra

    09 Luglio 2015 - 12:12

    dall'oggi al domani mi sono ritrovata dall'andare in pensione con il contributivo a quello misto, ora dovrei farmi decurtare ulteriormente la pensione!!!Facciamo una bella cosa sig.Boeri mi restituisca tutti i soldi versati con la rivalutazione e gli interessi e io rinuncio a pensione, assistenza sanitaria e anche alla cittadinanza e siamo a posto così.

    Report

    Rispondi

  • Vittori0

    09 Luglio 2015 - 11:11

    ...non si può stare tranquilli,ogni tanto qualcuno deve dare brutte notizie.Non sanno fare altro che tagliare pensioni e Sanità.Perchè prima non si toccano gli spechi inutili?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog