Cerca

Occhio alla fregatura

Grecia, dove andranno gli 85 miliardi di aiuti Ue: 23 ai creditori, 25 alle banche e solo 35 ai greci

Grecia, dove andranno gli 85 miliardi di aiuti Ue: 23 ai creditori, 25 alle banche e solo 35 ai greci

Una pioggia di soldi che bagnerà solo di striscio le teste e le tasche dei greci. Il prestito da circa 86 miliardi di euro in tre anni promesso dall'Unione europea alla Grecia in cambio delle riforme approvate mercoledì notte dal Parlamento ateniese (l'Eurogruppo ha dato il via libera al primo prestito ponte da 7 miliardi per le scadenze immediate, a partire da metà agosto) rischia infatti di fare la stessa fine dei 226 miliardi di euro elargiti dalla Troika tra 2010 e 2012.

Dove sono finiti quei soldi - L'economista Luigi Zingales su Lavoce.info ha provato a fare un rendiconto di quanto accaduto fino all'altroieri: di quei 220 e rotti miliardi il 69,3% (157,1 miliardi) è stato speso per ripagare prestiti e interessi, il 19% (43,1 miliardi) è andato alle banche greche per ricapitalizzarle salvarle dal crac e "appena" l'11,7% (cioè 26,5 miliardi) è stato dato in dote ai governi greci, che avrebbero poi dovuto riutilizzarli per rimettere in moto la fragilissima economia ellenica colpita duramente dalla crisi. Come siano andate le cose, è sotto gli occhi di tutti.

Cosa sarà degli 85 milioni - Ora, avvertono Zingales e il collega Angelo Baglioni, si potrebbe ripetere l'errore: 23,5 miliardi verranno usati per restituire i crediti a Fmi e Bcea, altri 25 miliardi per ricapitalizzare le banche e solo 35 miliardi per investimenti. Il 58% degli aiuti, dunque, potrebbe non avere alcuna ripercussione concreta sulla vita quotidiana dei greci.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • filen

    filen

    16 Luglio 2015 - 12:12

    Beh ma era logico che finivano alle banche o c e ancora qualcuno che crede in un Europa unita dei popoli

    Report

    Rispondi

blog