Cerca

Tassa

Renzi approva la tassa sul condizionatore: batosta da almeno 200 euro

Renzi approva la tassa sul condizionatore: batosta da almeno 200 euro

Come se non bastassero quelle che già ci sono, ecco l'ultima novità in fatto di tasse: l'imposta sul condizionatore. L'ennesima batosta che si abbatte sui portafogli dei contribuenti. Tutto parte dalla necessità per l'Italia di adeguare la propria legislazione a una direttiva europea che tutela l'ecosistema limitando l'immissione di anidride carbonica nell'atmosfera. In sostanza questa direttiva equipara i condizionatori agli impianti di riscaldamento, obbligando i proprietari a possedere un libretto di impianto, oltre a introdurre controlli ogni 4 anni dei condizionatori stessi.

La legge - Il provvedimento  è stato emanato dal governo Renzi alla fine di giugno di quest'anno. Il comune di Roma è il primo a prendere la palla al balzo e a trasformare la tassa (potenzialmente corretta per il rispetto ambientale) in una mannaia sulle tasche dei contribuenti: la situazione nella capitale è descritta minuziosamente da Davide Giacalone su Libero in un articolo pubblicato a inizio giugno. Infatti allontanandosi un po' dall'intento green, nelle città italiane -Roma in primis- stanno nascendo società ad hoc, partecipate o private, cui deve essere affidato il censimento degli impianti di condizionamento.

I primi dati parlano di cifre considerevoli: per il rilascio del libretto e del primo bollino per i condizionatori occorreranno almeno 200 euro, che salgono a 300 se i condizionatori in casa sono più di uno. E si calcola che l'intero gettito di questo provvedimento porti nelle casse dello stato più di quanto porti la riscossione dell'Imu: 4 miliardi di euro. Aspre di annunciano le multe per chi viene beccato senza le carte in regola: dai 500 ai 3mila euro per il proprietario dei condizionatori, da mille a 6mila euro per il manutentore che non abbia applicato minuziosamente la normativa. Le somme finiscono nelle casse di Comuni e Regioni. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • DonZauker

    31 Luglio 2015 - 22:10

    Ma nell'articolo non viene menzionata la soglia dei 12 kilowatt di potenza oltre la quale andrebbe pagata la tassa. E' solo un articolo mal scritto o non esiste questa soglia?

    Report

    Rispondi

  • lady1

    26 Luglio 2015 - 10:10

    Tra non molto metteranno anche la tassa sull'uso del cesso. Attenzione: bevete e mangiate con moderazione.

    Report

    Rispondi

  • viola52

    26 Luglio 2015 - 08:08

    per risparmiare soldi pubblici propongo di togliere tutta l'aria condizionata e relativi condizionatori in parlamento e in tutti i luoghi pubblici frequentati dai politici....cominciamo a farli sudare. https://www.change.org/p/alla-corte-costituzionale-far-rispettare-la-capacit%C3%A0-contributiva-che-%C3%A8-un-principio-fondamentale-del-diritto-tributario-espressamente-sancito-dall-art-53-della-

    Report

    Rispondi

  • viola52

    26 Luglio 2015 - 08:08

    ....Infatti allontanandosi un po' dall'intento green, nelle città italiane -Roma in primis- stanno nascendo società ad hoc, partecipate o private, cui deve essere affidato il censimento degli impianti di condizionamento........ un posto agli amici e agli amici degli amici non si nega mai e se il posto non c'è lo si inventa insieme a qualche tassa nuova..... https://www.change.org/p/alla-corte-co

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti