Cerca

Ritardi

L'Inps non paga l'assegno di disoccupazione

L'Inps non paga l'assegno di disoccupazione

Se provi a chiamare il contact center dell'Inps per richiedere l'assegno di disoccupazione, la risposta è che devi aspettare un mese e mezzo. "Le domande di maggio e giugno saranno evase dal 16 luglio, quelle di giugno dal 9 agosto e quelle di luglio dal 17 agosto. A pratica elaborata, bisognerà poi attendere dieci giorni per il pagamento. Per avere i soldi di luglio e agosto bisognerà arrivare a settembre e ottobre".

Riporta il Fatto Quotidiano che i precari italiani questa estate resteranno all'asciutto. Le indennità di disoccupazione sono infatti in ritardo da maggio, quando è entrata in vigore la Naspi, nuova assicurazione sociale per l'impiego, il sussidio di disoccupazione varato con il Jobs Act che ha sostituito l'Aspi e la mini-aspi. Tra maggio e giugno sono arrivate 200 mila richieste, molti devono ancora ricevere l'assegno di maggio: "Ci sono stati problemi tecnici nel passaggio dal vecchio tipo di indennità a quello nuovo", spiega un operatore.

"Una lungaggine burocratica della pubblica amministrazione", avverte la pentastellata Silvia Chimienti, "che farà slittare di almeno tre mesi l'erogazione dell'ammortizzatore sociale nonostante sia, per il lavoratore rimasto disoccupato, di primaria importanza per il proprio sostentamento e quello della sua famiglia".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • g.zelik

    10 Agosto 2016 - 17:05

    Magari fosse così semplice. Sono 2 anni che attendo il saldo del "sostegno del reddito" a seguito di malattia nel settore marittimo (ex IPSEMA). Il mio legale ha inviato un "decreto ingiuntivo" all'INPS di Palermo (sede competente) Il ricorso, richiesto da INPS, è stato bocciato dal Tribunale di Ravenna che ha ingiunto all'INPS di pagare. La sentenza, emessa il 30 marzo 2016, non è stata onorata.

    Report

    Rispondi

  • pestifero

    28 Luglio 2015 - 16:04

    Immagino che i problemi ci siano solamente per gli operai che hanno lavorato una vita, mentre i politicanti che a sbaffo si prendono il vitalizio potranno dormire sonni tranquilli. Che stufo sono di questi incapaci

    Report

    Rispondi

  • aranciacasa

    aranciacasa

    28 Luglio 2015 - 10:10

    Titolo incoerente col contenuto. Il tecinico dell'Inps mi ha detto che per pagare pagano, ma ci vorrà tempo, dato che il ministero ha dato le linee guida solo il 15 maggio 2015. Va bene il sensazionalismo, ma qui si fa allarmismo puro. A chi giova, caro Libero?

    Report

    Rispondi

blog