Cerca

Lo stop da strasburgo

L'Europa a Renzi: no ai tagli delle tasse sulla casa

L'Europa a Renzi: no ai tagli delle tasse sulla casa

Gli osservatori lo avevano detto subito: l'Europa si metterà di traverso riguardo al taglio delle tasse sulla casa annunciato e strombazzato per il prossimo anno dal premier Matteo Renzi. E così è stato. Secondo Strasburgo, le tasse sulla casa non si devono toccare, è preferibile un intervento di riduzione della fiscalità su lavoro e capitali. La proposta di ridurre le tasse sulla casa, secondo fonti europee, è contraria alle raccomandazioni Ue. "Abbiamo letto i recenti annunci sulle tasse in Italia, ma non avendo dettagli sui piani non possiamo fare commenti" spiegano le fonti comunitarie, "però è ben noto che il Consiglio ha raccomandato che l'Italia sposti sugli immobili ed i consumi il carico fiscale che grava su lavoro e capitali".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • arwen

    02 Settembre 2015 - 11:11

    Attenzione, non cadiamo nel tranellone renziano che vuol far finta di fare il duro con la UE. L'europa nn ha detto no alla cancellazione della TASI, la UE, con avvedutezza, chiede solo di sapere dove, di grazia, il pinocchione toscano raccimolerà gli oltre 30 mld necessari a coprire il buco creato dalla cancellazione del balzello, tanto caro alla sx, almeno quando regnava B, ma ora ritenuto iniquo

    Report

    Rispondi

blog