Cerca

Crisi

Roubini: "La ripresa ci sarà, Pechino non crollerà"

Roubini:

Nouriel Roubini, docente di economia alla New York University, si è detto fiducioso sulla ripresa economica in Europa. "Il rallentamento Cinese è solo un inciampo, il paese crescerà del 6,5%, i mercati stiano tranquilli" ha dichiarato Roubini. Il professore che è anche presidente di Rge Monitor, una società economica specializzata in analisi finanziaria, è stato raggiunto da La Repubblica a Cernobbio, dove partecipa al convegno di economia The european house-Ambrosetti.  

Il crollo cinese - Roubini ha spiegato che la reazione dei mercati al crollo della borsa cinese è stato eccessivo, isterico e irrazionale. Secondo l'economista le autorità di Pechino hanno preso le necessarie contromisure per arginare la crisi, che classifica come un "atterraggio accidentato" ma non un schianto totale. Secondo Roubini la Cina crescerà comunque quest'anno non meno del 6,5% e del 6% l'anno prossimo. 

L'Europa - Per quanto riguarda l'Europa e gli Stati Uniti il professore non teme il contagio: "i fondamentali sono in ripresa e le politiche di Bce e Fed vanno nella giusta direzione". Roubini, solitamente pessimista, ha sostenuto che la Germania si è convinta della necessità di politiche espansive e il Piano Junker è una buona iniziativa, anche se gli investimenti potrebbero essere in realtà la metà di quelli previsti. Inoltre ha elogiato Mario Draghi e le sua intenzione di potenziare l'acquisto di titoli di stato (Quantitative easing), dopo lo scivolone di Shangai. 

La Grecia - Unico rischio per l'Europa: la Grecia e una sua eventuale uscita dall'euro. Tuttavia "Bce e Fondo monetario internazionale si stanno muovendo bene" ha detto Roubini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • imahfu

    15 Settembre 2015 - 12:12

    Pensate se avessimo dato retta a Berlusconi e C. sulle centrali termo nucleari. aVREMMO CHIUSO L'iTALIA PER FALLIMENTO. due Società tedesche crollano in borsa PER I COSTI DI CHIUSURA DELLE CENTRALI NUCLEARI. Merno male che Silvio non c'era... (cantatela, su da bravi.) Che grande economista, il cav... !!!!

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    10 Settembre 2015 - 10:10

    Fedriga (Lega) scoperto a leccare...la gonna della Santanché.

    Report

    Rispondi

    • allianz

      11 Settembre 2015 - 09:09

      Meglio sotto che sopra...Non trovi?

      Report

      Rispondi

  • imahfu

    10 Settembre 2015 - 10:10

    Easy guess, direbbero gli inglesi. Ma, a proposito di previsioni, dove è finito il libro di Giordano sull'euro e l'UE? L'euro, causa della crisi...di chi non lo vuole. Ah, capisco, è finito in gabinetto ma c'è già la TV che ha sostituito i giornali.. non c'era bisogno del libro di Giordano.

    Report

    Rispondi

  • allianz

    09 Settembre 2015 - 08:08

    Mannaggia alla miseria....Togliete loro il vino e i caffè corretti alla grappa.Subito a cavar patate nel campo.Straparlano sotto gli effetti di Bacco e non fanno un cazzo.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog