Cerca

Leader di Confindustria

Giorgio Squinzi: il lavoro prima ai giovani italiani

Per Squinzi prima lavoro ai giovani italiani, no a migrazione incontrollata

Prima i giovani italiani per Giorgio Squinzi. Il presidente di Confindustria smonta il mito dei migranti come risorsa e necessità socio economica. "Prima diamo un lavoro agli italiani. Può sembrare una visione egoistica, ma il nostro paese non è messo così bene. Abbiamo il 13% di disoccupazione e il 40% di disoccupazione giovanile" ha detto Squinzi a margine di una conferenza stampa a Milano. "Non ho dubbi che a lungo termine l'immigrazione sia sempre un fenomeno positivo" ha precisato Squinzi, che ritiene però che in questo momento spalancare le porte agli immigrati non sia produttivo come sostengono in molti. 

Pareri contrari - Squinzi non concorda con chi vede una opportunità di sviluppo nell'ondata migratoria attuale, perché si rischia di lasciare indietro gli italiani. Tra chi sostiene che l'Europa possa crescere grazie all'apporto dei migranti la presidente della Camera, Laura Boldrini, papa Francesco che vede la possibilità di ringiovanire un continente vecchio, dove non si fanno abbastanza figli. Per lo stesso motivo molti progressisti ritengono necessario l'inserimento dei migranti, anche per mantenere un sistema pensionistico che con l'invecchiamento della popolazione, in futuro, non sarebbe altrimenti sostenibile. Anche  la cancelliera tedesca Angela Merkel, considera i migranti un'occasione di sviluppo economico e culturale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • miraldo

    18 Settembre 2015 - 09:09

    Quello che sostiene la Lega è sempre 10 anni avanti agli altri partiti. Bene Squinzi deve aver letto il programma di Salvini.

    Report

    Rispondi

  • marari

    16 Settembre 2015 - 22:10

    Finalmente! Qualcuno che conoscendo le aziende e la reale situazione, si smarca dai cialtroni che continuano a dire scemenze, semplicemente perché pensano che più la società si impoverisce, più facile sarà per loro far parte di quell'èlite che si arricchirà . Squinzi lo gridi più forte questo concetto, farà arrossire i traditori alla Bergoglio, Boldrini, Renzi, Alfano e tutti i cattosinistrati .

    Report

    Rispondi

  • Vittori0

    16 Settembre 2015 - 21:09

    ...,letto,approvato e sottoscritto..

    Report

    Rispondi

  • ernesto1943

    16 Settembre 2015 - 20:08

    in italia abbiamo il 13 per cento di disoccupati il 46 dei giovani.e questi balordi vogliono più migranti per mantenere il sistema pensionistico,facessero lavorare i nostri disoccupati altro che sistema pensionistico e quanti figli farebbero,alla faccia di sti minghioni.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog