Cerca

La decisione

La Federal Reserve non alza i tassi: invariato il costo del denaro

Janet Yellen

Arriva l'attesa decisione della Federal Reserve, che lascia invariato il costo del denaro: niente rialzo dei tassi, dunque, dopo giorni di attesa. Il Fomc - il braccio operativo della banca centrale a stelle e strisce - ha sciolto la tensione creata dall'aspettativa sui tassi d'interesse statunitensi, fermi dal 2006. Era il 19 settembre 2007, nel pieno della crisi dei mutui-subprime, che il governatore di allora della Fed, Ben Bernanke, tagliò il costo del denaro, un abbassamento di mezzo punto percentuale: al 6,25 per cento. Con l'aggravarsi della crisi, il costo arrivò a zero a fine 2008. Successivamente la banca centrale non ha più ritoccato i tassi, fermi tra lo 0 e lo 0,25 per cento. In una nota, l'istituto presieduto da Janet Yellen, ha spiegato i motivi per i quali non si è mossa: l'attività economica negli Usa si espande a ritmo moderato, e anche se si registra un significativo rafforzamento del mercato del lavoro con una flessione della disoccupazione, conclude la Fed, non è ancora giunto il momento di tornare ad alzare il costo del denaro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog