Cerca

L'allarme

Stati Uniti, l'Agenzia per la protezione ambientale ordina a Volkswagen il richiamo di 500mil

12
Stati Uniti, l'Agenzia per la protezione ambientale ordina a Volkswagen il richiamo di 500mil

Su quasi mezzo milione di automobili sarebbe stato installato un software creato da Audi e Volkswagen per aggirare gli standard ambientali imposti negli Stati Uniti. L'Agenzia per la protezione ambientale (Epa) ha così ordinato il richiamo di tutti i modelli incriminati prodotti con i due marchi tra il 2009 e il 2015. Secondo il rapporto dell'Epa, il programma informatico riesce a rilevare quando l'auto viene sottoposta ai test sulle emissioni, così da tenere sotto controllo i dati in quel preciso lasso di tempo. I modelli colpiti dall'ordinanza dell'Epa sono la Volkswagen Jetta, Beetle, Golf e Passat, e l'Audi A3.

Il rischio - La casa tedesca, riporta il Wall Street Journal, dovrà rivedere circa 482mila vetture a diesel e nel caso in cui non riuscisse a soddisfare le richieste dell'Epa entro i termini stabiliti, rischia una multa pesantissima da 18 miliardi di dollari.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • charlie3

    22 Settembre 2015 - 13:01

    per routier Non si sta parlando di auto tedesche che presentano dei difetti ma di una truffa perpetrata coscientemente dai vertici della casa e tra l'altro ammessa anche da parte loro. Mi sembra che le due cose siano completamente diverse.

    Report

    Rispondi

  • seve

    22 Settembre 2015 - 11:11

    Cosa dirà la piedi piatti ce ci die sempre cosa dobbiamo fare e che i nostri venduti fanno senza fiatare.

    Report

    Rispondi

  • routier

    19 Settembre 2015 - 19:07

    Magari è vero che alcuni modelli di auto tedesche presentano dei difetti, tuttavia è forte il sospetto che in mancanza di dazi doganali, gli USA adottino questi mezzucci per proteggere la loro produzione. Per il Dio dollaro, questo ed altro.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media