Cerca

dieselgate

Scandalo Volkswagen, John Elkann: "Fatto molto grave, ma specifico. Fca è tra le più rispettose dell'ambente"

Scandalo Volkswagen, John Elkann:

Lo scandalo della Volkswagen "è un fatto molto grave. Ma è specifico di una società e non un problema dell'intero settore dell'auto. Sono particolarmente felice che Fca sia tra le società nel mondo più rispettose dell'ambiente". A dirlo è John Elkann, presidente di Fiat Chrysler Automobiles, che si trova a Roma per due ragioni: partecipare ad una cerimonia in memoria del bisnonno Filippo Caracciolo di Castagneto e, soprattutto, incontrare il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Il nipote di Giovanni Agnelli ha definito "motivo di grande orgoglio vedere il Papa negli Usa con la Fiat 500L", e ha parlato dei numeri di Fca. Elkann ha annunciato che nel 2015 produrrà oltre 900 mila vetture, per superare ampiamente il milione nel 2016, mentre tre anni fa erano meno della metà. Il merito di questo incremento secondo Elkann va assegnato alla fusione con la Chrysler che ha "dato possibilità straordinarie all'Italia".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • walter112

    26 Settembre 2015 - 15:03

    Multa alla germania per cosa? al massimo la multa la daranno alla VW, la prima casa al mondo che guadagna 15 miliardi di eruro all'anno, farà fatica a pagare la multa? ah ah ma che cavolate da bar scrivete?

    Report

    Rispondi

  • walter112

    26 Settembre 2015 - 15:03

    Sempre le solite fesserie ed il solito polverone da rotocalco, stop alle vendite da parte di chi? della svizzera? ma solo delle diesel, poi il rampollo degli agnelli che starebbe godendo, cosa gode cosa???, che le Fiat Fca montano le stesse iniezioni e le stesse centraline della Bosch, basta che facciano un controllo accurato delle Fiat-diesel ed avranno gli stessi probabilmente.

    Report

    Rispondi

  • Chry

    26 Settembre 2015 - 02:02

    Che frasi vergognose, dove per anni sull'etica la Fiat non ha mostrato nessun rispetto, con fabbriche chiuse e produzione in Polonia, operai licenziati, e mentre la casa tedesca di rialzerà da questo evento, i loro operai continueranno a guadagnare il doppio di quelli italiani.

    Report

    Rispondi

  • emigratoinfelix

    25 Settembre 2015 - 18:06

    da sempre dinastia che ha divorato l´Italia come un cancro,con un cimitero di scheletri negli armadi,ecco che si permettono anche di fare la morale ai concorrenti godendo delle loro difficolta´perche´altrimenti non potrebbero ne´saprebbero competere con loro.Il ragazzotto,poi,inviso anche al Marchionne,e´di una prosopopeae di un´arroganza insopportabili.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog