Cerca

Effetti collaterali dello scandalo

Sergio Marchionne, perché lo scandalo Volkswagen lo fa godere

Sergio Marchionne, perché lo scandalo Volkswagen lo fa godere

Lo scandalo Dieselgate sta scatenando un terremoto nel mondo dell'auto. Prima di tutto, Suzuki ha interrotto la collaborazione cone  Volkswagen per le auto elettriche e ha venduto l 1,5% del colosso di Wolfsburg a Porsche, che sale così al 52% di Vw. La casa giapponese - come spiega il Giorno - ha annunciato per il trimestre in corso un profitto straordinario di 36,7 miliardi di yen, pari a 270 milioni di euro: potrebbe essere questa la cifra pagata da Porsche per rilevare la partecipazione.

Lo scenario - Ma il terremoto in Volkswagen potrebbe rivelarsi una manna per Sergio Marchionne che da mesi sostiene che le case automobilistiche spendono troppo per sviluppare diverse versioni della stessa tecnologia, come i controlli per le emissioni e di sicurezza, mentre i costi potrebbero essere ridotti con fusioni e acquisizioni. Costi che sono destinati a crescere con le norme sulle emissioni. La tesi è semplice: le fusioni sono l'unica strada per ridurre i costi. General Motors continua a non cedere alle avances di Marchionne, così come Toyota. Ma chissà che dopo lo scandalo che ha travolto Volkswagen non cambi qualcosa. Nei piani di Marchionne c'è ovviamente Volkswagen, ma anche Honda e Mazda. Per quanto riguarda Psa Peugeot-Citroen, l' ad di Fiat Chrysler ha sempre detto che l' alleanza con la casa francese non è il suo primo obiettivo e che preferirebbe una fusione con un gruppo più grande per avere un maggiore ritorno sul fronte del contenimento dei costi per gli investimenti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Baloo001

    01 Ottobre 2015 - 11:11

    Beh mi sembra il caso di quello che si martella i velopenduli e gode quando sbaglia.

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    30 Settembre 2015 - 11:11

    Ci saranno ripercussioni negative anche da noi. L'errore, la riprovazione, ma non il ''godimento'' Sarebbe come darsi la zappa sui piedi o il martello sui''cosi''.

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    29 Settembre 2015 - 11:11

    John Donne, poeta ''minore'' (pero' nella poesia noci ci sono maggiori e minori , ), è noto per una frase ''...se una zolla di terra si stacca dalla costa, è una parte di ognuno che se ne va..... (riassumo).. '' perciò ''send not to know for whom the bell tolls; it tolls for thee''Non chiedere per chi suona la campana.Non chiediamo per la vituperata Germania, tutti perdono.Ricordalo Libero.

    Report

    Rispondi

  • andresboli

    29 Settembre 2015 - 08:08

    non gode proprio nitente, anche le sue auto hanno le stesso problema.Non esistono sul mercato auto in grado di rispettare i parametri per un periodo di vita decente.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog