Cerca

Tasse

Tasse, giù l'Ires nel 2016. Renzi "Voglio l'economia più forte d'Europa"

4
Tasse, giù l'Ires nel 2016. Renzi

L'Ires scenderà di 1 o 2 punti percentuali già dal 2016. La misura sarà contenuta nella legge di stabilità, attesa per metà ottobre, a dirlo è una fonte del ministero per lo sviluppo economico: un punto di Ires vale 1,2 miliardi.

L'obiettivo - l'aliquota sul reddito di impresa al momento è al 27,5%, ma il presidente del Consiglio Matteo Renzi ha già dichiarato che di volerla portare al 24% entro il 2017, un punto percentuale in meno della Spagna. "Io voglio fare meglio della Spagna - ha spiegato il premier - sicuramente nel 2017 andremo sotto. Io voglio l'economia più forte d'Europa".

La decisione - Secondo il programma del governo il taglio delle tasse per le imprese sarebbe dovuto iniziare nel 2017, ma Renzi ha pensato di anticiparla, anche per attenuare l'avversione della Commissione europea sulla detassazione della prima casa, che vale 3,5 miliardi. L'intervento complessivo sulla fiscalità immobiliare supera i 5 miliardi: il governo vuole eliminare anche l'Imu su macchinari fissi e fabbricati rurali e l'Irap agricola.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • allianz

    06 Ottobre 2015 - 17:05

    E bravo il Kompagno Sbilenko Frottolone.Vada a raccontar balle al parroco di Rignano che almeno lui fa finta di crederci.E poi,subito dopo,a cavar patate nel campo.

    Report

    Rispondi

  • eziocanti

    06 Ottobre 2015 - 10:10

    E bravo Renfonzie.....mi sembra di essere al "Drive In" ......"apparizioni, sparizioni"; con le gestualità, gli atteggiamenti e la mimica, il "Ciccio Bomba" potrebbe fare a gara con Ezio Greggio.

    Report

    Rispondi

  • eziocanti

    06 Ottobre 2015 - 10:10

    Caro "francesco assumma" per i veri DEM-enti del PD-ota decerebrati, se Renfonzie dice che gli asini volano, ci credono, è questa la tragedia.......Saluti a tutti i trinariciuti.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media