Cerca

Esattori col trucchetto

Equitalia, occhio alle "cartelle assemblate": così provano a fregare gli italiani e aggirare il condono

Equitalia, occhio alle

Si chiama "assemblaggio" ed è il trucchetto di Equitalia per provare ad incassare più soldi del dovuto. È stata la Cassazione a smontarlo, dichiarando che un debito non è esigibile all'infinito perché altrimenti i tassi d'interesse diventerebbero insostenibili. Ed è proprio sugli interessi che Equitalia lucrava, "gonfiando" le sue cartelle. Come ricorda il Giorno, negli ultimi mesi ad alcune migliaia di contribuenti sono arrivate a casa alcune cartelle con richiesta di pagamento di vecchi debiti, risalenti anche al 2003-2004. Piccole multe, canoni Rai evasi, spesso e volentieri tutte cartelle già pagate, magari a rate. Equitalia, insomma, "ci prova".

Il condono aggirato - Eppure nel 2015 è stato varato un condono per le cartelle inferiori a 300 euro. Ed Equitalia cosa fa? Accorpa quelle cartelle "bagatellari" per superare il limite di 300 euro e dribblare il tetto del condono, puntando peraltro su importi moltiplicati da anni e anni di interessi arretrati.  Secondo Federconsumatori, a pagare lo scotto di questa battaglia all'evasore senza esclusione di colpi sono piccoli imprenditori, commercianti, pensionati, lavoratori dipendenti. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • viola52

    19 Ottobre 2015 - 15:03

    Equitalia più che Equa sembra ad una associazione a delinquere...cosa si aspetta a mettere in galera quelli che dribblano le leggi truffando i cittadini???...e non mi vengano a dire che eseguono solo gli ordini dei superiori e che fanno il loro lavoro.

    Report

    Rispondi

  • lureal1913

    19 Ottobre 2015 - 09:09

    equitalia e' una associazione di ...col colletto bianco!

    Report

    Rispondi

  • routier

    18 Ottobre 2015 - 18:06

    Cosa ci sia di "equo" in Equitalia, bisognerebbe che qualcuno si impegnasse a spiegarlo in modo convincente.

    Report

    Rispondi

  • Royfree

    18 Ottobre 2015 - 15:03

    Sai in Italia chi campa alla grande? Quello che non possiede nulla. Libero di evadere, delinquere, frodare, e approfittare di qualsiasi agevolazione data dallo Stato. Caprai, che gli fai se non paga il canone Rai? O una multa? O una cartella di Equitalia? Ma anche se rapina o scippa qualcuno. Basta che il reato non arrivi ad una pena superiore a 3 anni. L'Italia dei disonesti e dei parassiti.

    Report

    Rispondi

blog