Cerca

Imposte sugli immobili

Tasse sulla casa, sconti per parenti ed ex coniugi

Casa, quanto si risparmia senza la Tasi. La classifica città per città

Potranno dire addio alle tasse sulla casa anche i proprietari di immobili dati in comodato a figli (o genitori), ma solo ad alcune condizioni. Il proprietario non deve possedere un altro immobile ad uso abitativo in Italia e deve aver abitato nel 2015 nella casa che intende cedere al parente in linea retta entro il primo grado. Lo prevede un emendamento al ddl Stabilità. In sostanza, la casa ceduta al figlio viene "trattata" dal punto di vista fiscale, come prima casa anche se il proprietario non vi risiede. Dall'esenzione sono escluse ville e castelli.

E' prevista poi una riduzione dell'Imu del 25% per i proprietari che danno in affitto la propria casa a canone concordato. La misura avrebbe un costo di 80 milioni di euro circa. Per gli immobili dati in affitto a canone concordato, inoltre, la somma delle aliquote Imu e Tasi non potra' superare il 4 per mille. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • wall

    18 Novembre 2015 - 18:06

    Specchio x allodole! Come si fa ha legiferare dicendo che la mia prima casa, se, viene data in comodato d'uso ai figli, i genitori devono però stare in affitto!!! Di solito è la seconda casa che viene dedicata ai figli oppure parenti..Dite,allora, Governo; volete solo prendere in giro la buona fede del cittadino, e prendervi sempre la tassa sulla e su tutte le case.

    Report

    Rispondi

  • gigi primo

    18 Novembre 2015 - 09:09

    E per i nipoti ? perché no? O bisogna fare una donazione ai figli che lo riflettano sui figli?

    Report

    Rispondi

blog