Cerca

La misura

Cdm, sì al "salva-banche": il governo in soccorso di quattro istituti

Matteo Renzi

Il Consiglio dei ministri si è riunito oggi, domenica 22 novembre, alle ore 18.10 a Palazzo Chigi, sotto la presidenza di Matteo Renzi. Il Cdm, su proposta del premier e del ministro dell’Economia, Pietro Carlo Padoan, ha approvato un decreto legge che contiene alcune norme procedimentali per agevolare il salvataggio di quattro banche: Cassa di risparmio di Ferrara S.p.A, Banca delle Marche S.p.A, Banca popolare dell’Etruria e del Lazio - Società cooperativa e Cassa di risparmio della Provincia di Chieti S.p.A. Il provvedimento consente di dare continuità all’attività creditizia - e ai rapporti di lavoro tutelando pienamente i correntisti.

L'operazione, approvata in un quarto d'ora, permetterà di utilizzare un Fondo di risoluzione, che con circa 2 miliardi (a breve termine, cui si sommano altri finanziamenti a lungo termine) salverà l'operatività delle quattro banche. Si tratta di un onere che sopporterà il sistema bancario italiano, con un impatto sui bilanci di quest'anno e la speranza che il "prestito ponte" muti in un "investimento" da recuperare nel prossimo futuro, evitando per ora choc di sistema. Nessun ricorso, garantisce Palazzo Chigi, a soldi pubblici o azioni, obbligazioni e depositi, anche se è prevista una revisione della disciplina fiscale per le 'nuove' banche risanate.

Verranno infatti create quattro bad bank, la parte in difficoltà degli istituti, che confluiranno proprio nel Fondo. A quel punto, si procederà a ristrutturare e rilanciare la parte sana delle banche, che darà così luogo a quattro nuove entità, senza discontinuità operativa con i vecchi sportelli. Il ministro Boschi, in potenziale conflitto visto il ruolo di vicepresidente del padre in Banca Etruria, ora commissariata, era a Milano per l'inaugurazione della Torre Isozaki, sede di Allianz: non ha partecipato al Cdm.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sipa1932

    28 Novembre 2015 - 01:01

    angelux ma non c'e' neanche una del nord

    Report

    Rispondi

  • angelux1945

    24 Novembre 2015 - 14:02

    Guarda caso non c'è neanche una banca del sud Italia, poi dicono che la mafia sta al sud!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    23 Novembre 2015 - 21:09

    Se la qualità della destra è rappresentata dai commenti acidi, andiamo proprio bene fino alla scomparsa - che non auspico - della destra

    Report

    Rispondi

    • angelux1945

      24 Novembre 2015 - 14:02

      imahfu, per caso ma solo per caso, sei un azionista di una di quelle banche?????? Sai il popolo italiano represso e depresso economicamente se ne frega dei tuoi investimenti azionari e di tutti quelli che negli anni passati hanno messo da parte un bel gruzzoletto di euro a scapito di milioni di italiani a mono reddito, investendo in quelle banche!!!!!!!!!!!!!!!

      Report

      Rispondi

  • imahfu

    23 Novembre 2015 - 21:09

    Ottima operazione Evita il panico che causerebbe una crisi finanziaria di cui non abbiamo bisogno.

    Report

    Rispondi

    • viola52

      24 Novembre 2015 - 15:03

      già...perché ora siamo nel bengodi finanziario...è giunto il momento che chi è causa del suo mal pianga se stesso...non capisco perché le partite IVA e le piccole imprese se falliscono falliscono con i propri beni e le banche con le grandi industrie non possano fare altrettanto...come al solito il teorema Fiat continua a fare proseliti, i guadagni alla lobby e i debiti ai cittadini.

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog