Cerca

Parigi ne approfitta

Finmeccanica, il suicidio dell'Italia: la Francia ci "frega" l'India

Inchiesta su Orsi, le nostre commesse bloccate mentre Hollande vola a Nuova Delhi con 5 ministri e 60 imprese per esportare tecnologie militari

Finmeccanica, il suicidio dell'Italia: la Francia ci "frega" l'India

di Davide Giacalone

Guardate quel che succede in India e avrete idea di come l’Italia si stia autodistruggendo, riuscendo a perdere contratti già operativi. Il presidente francese, François Hollande, sbarca capitanando una delegazione di cui fanno parte 5 ministri  e 60 imprese. Va a fare affari e contratta usando anche contropartite politiche, fra le quali l’appoggio per un seggio permanente indiano, nel Consiglio di sicurezza Onu. I francesi muovono alla grande la diplomazia degli affari, mentre noi facciamo galoppare la diplomazia delle manette, il cui successo consiste nell’arrestare chi dovrebbe fare concorrenza ai francesi. Qui da noi si discetta su quale sia la parte politica cui fa riferimento Giuseppe Orsi, amministratore delegato di Finmeccanica e detenuto, con una gran voglia di annetterlo alla Lega e facendo finta di non conoscere i suoi rapporti con il mondo cattolico e con l’Udc. A noi basta sapere chi è il destinatario politico della fregatura, nel mentre i francesi ne confezionano una gigantesca all’Italia.

Il governo sarebbe dovuto intervenire subito, rimuovendo Orsi. Aveva il potere di farlo. Lo aveva già fatto, del resto, perché il precedente capo azienda, Pier Francesco Guarguaglini (lui sì potente e potentemente demolito), era stato rimosso in ragione di un avviso di garanzia. Poi rivelatosi privo di fondamento. Non solo in governo, invece, non ha mosso un dito, ma è riuscito a disertare il Salone Aereo indiano, tenutosi la settimana scorsa, cui non ha partecipato non dico un ministro, ma neanche un misero sottosegretario. E l’India è, per chi volesse dimenticarlo, il principale importatore mondiale di prodotti e tecnologie militari. Ora cancella il contratto per la fornitura di elicotteri, assestando un colpo duro alla nostra credibilità, a una nostra azienda e alla nostra bilancia commerciale. Lo stesso governo, del resto, che ha accettato di farsi menare per il naso relativamente alla sorte di due nostri militari, detenuti e sotto processo in India. 


Leggi l'articolo integrale di Davide Giacalone
su Libero in edicola oggi, sabato 16 febbraio

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Bacillo48

    17 Febbraio 2013 - 14:02

    Allora lasciamoche le Tangeti psgste da Finmeccanica "rientrino in Italia sotto forma di regali per i soliti ladri noti!!! Questo è quello che vorreste voi!!! (forse ve ne arriva una quota?)

    Report

    Rispondi

  • kayak65

    17 Febbraio 2013 - 14:02

    PENE CIVILI ANCHE AI GIUDICI INCAPACI E CANCELLAZIONE DAGLI ALBI DELLA MGISTRATURA.CHI SBAGLIA PAGA ANCHE I GIUDICI DA ORA IN AVANTI!!!!!

    Report

    Rispondi

  • eovero

    17 Febbraio 2013 - 11:11

    il sig. Orsi e stato voluto dal PD-PDL ma per sviare L'attenzione del popolo dei votanti hanno tirato o meglio "sparato" alla Lega che non c'entra nulla. forse non c'entra nulla anche il sig Orsi, ma bisogna vedere la magistratura come ..indaga...

    Report

    Rispondi

  • arwen

    17 Febbraio 2013 - 07:07

    Il sig. Orsi, presumibile tangente pagata all'estero per favorire un'azienda italiana con, forse, qualche ricaduta in Italia da verificare, totale dell'operazione 51 milioni di euro - arrestato con relativo scandalo e sputtanamento della nazione. Il sig. Mussari, al momento comprovate perdite per oltre 4 miliardi di euro, il discretito totale del sistema bancario, lo sputtanamento del sistema italia, ancora libero e giocondo e, anzi, decide lui quando e se andare dai giudici per rendere conto del suo operato. Eccellentissimo Presidente della Repubblica, non trova che sia il caso di intervenire? Oppure è troppo preso a fare campagna elettorale? Il Capo dei Servizi segreti condannato a 10 anni come un volgare ladrone (anzi più di un ladrone se facciamo il paragone con le condanne di L'aquila)in presenza del segreto di stato, con relativo sputtanamento della nazione. Ma scusate ma nessuno si accorge che qualche cosa qui non va?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog