Cerca

L'ascesa

Pil, il Lazio batte il nord: cresce più di Lombardia e Piemonte

8
Pil, il Lazio batte il nord: cresce più di Lombardia e Piemonte

Il Lazio corre più di tutti. Dopo anni di crisi la regione è prima per crescita del Prodotto Interno Lordo. L'Istat e Bankitalia hanno certificato un aumento dell'1,4% del Pil nel 2014 a fronte di una contrazione dello 0,4% registrata in Italia. Il Lazio supera così la Lombardia e il Piemonte con una variazione del +3% rispetto al +0,1% della media nazionale. Inoltre, i posti di lavoro sono aumentati di 76 mila unità e la spesa delle famiglie è cresciuta dell'1,3% a dispetto del +0,4% della media nazionale.

Effetto Jobs Act - I segnali di recupero dunque sono in linea con quanto previsto dal governo per l'intera economia nazionale. Inoltre, secondo l'ultima indagine Excelsior di Unioncamere - ministero del Lavoro, le stime delle imprese confermano che il prossimo anno dovrebbero crescere le assunzioni con contratto a tempo indeterminato grazie alle modifiche del Jobs Act e agli sgravi contributivi introdotti dal governo. 

Merito delle vendite all'estero - A determinare il rialzo più marcato che altrove nel Lazio sono soprattutto le esportazioni all'estero di due poli industriali regionali: la farmaceutica con il polo di Pomezia (+17,2%) e la chimica (+4,2%). ). Dopo l'aumento dello scorso anno, nel primo semestre del  2015 il valore delle esportazioni regionali è cresciuto complessivamente del 14,4%. L'export è aumentato sia verso l'Unione europea (+14,8 per cento) sia al di fuori di essa (+13,3 per cento).

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • burago426

    28 Novembre 2015 - 20:08

    bene allora dividiamo il nord da tutta Italia visto che sono in perdita e vediamo come crescerà tutta la parte sotto. Un consiglio se aumentiamo le tasse al nord, forse lo batte anche la Campania Calabria e Sicilia.

    Report

    Rispondi

  • Oscar1954

    28 Novembre 2015 - 18:06

    Sono tutte balle raccontate volutamente dal pinocchio fiorentino e dal suo enclave. SCEMI

    Report

    Rispondi

  • Anna 17

    Anna 17

    28 Novembre 2015 - 18:06

    Bene che provino loro a sostituire le regioni del nord a mantenere questo carrozzone di nullafacenti.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media