Cerca

Dall'antitrust 6 milioni di multe

Tutti i trucchi delle società elettriche per farci cambiare operatore

Chiamano sul telefono fisso. O si presentano alla porta di persona. Il loro obiettivo? Farci cambiare compagnia energetica in un mercato che, ormai da diversi anni, è come si dice libero. Ma non dai truffatori. Perchè, come riporta il quotidiano La Repubblica, in mezzo a tanti operatori onesti che sono realmente quel che si qualificano e che non barano su cifre e costi, c'è chi si approfitta degli utenti, con trucchi talvolta davvero ingegnosi. L'Antitrust, per questo motivo, ha inflitto 6 milioni complessivi di multa ad alcune società energetiche: Acea Energia, Enel Energia, Eni, Hera Comm, Gdf Suez Energie, Green Network e Bee Twin.

Come riporta l'Antitrust, c'è l' agente che porta all'Eni le utenze di un condominio di Perugia forte del via libera di un amministratore completamente fasullo. C' è l' agente sempre Eni che suona a casa del cliente Enel e gli racconta che l' Eni e l' Enel si sono unite. E il cliente Enel si sposta in Eni preavvertito del possibile distacco della luce. Altri favoleggiano di "provvedimenti del governo Renzi" che avrebbero procurato sconti del 20%. C' è l' agente di BeeTwin che avrebbe attivato una fornitura a un ragazzo "schizofrenico paranoide". O c'è la signora Maria che è ricoverata. Sta male. Eppure la sua firma è su una "Proposta di adesione" che un agente manda all' Acea perché metta sotto contratto la nuova cliente. Dal letto di ospedale, dove poi morirà, Maria avrebbe trovato il tempo di leggere e firmare il contratto di fornitura dell' energia. La sua firma, allora? Falsa. Gli addetti al call center Hera leggono al telefono l' offerta. Ora, l' operatore recita un testo sempre uguale, che dovrebbe essere chiaro e trasparente. Ma si compone - sottolinea il Garante - di 1800 parole "con una velocità di lettura di due parole al secondo". Come fa il potenziale cliente a capire e a orientarsi? Non capisce e non si orienta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • pieroma

    12 Febbraio 2016 - 07:07

    Se si è nell'elenco telefonico pubblico si può scrivere a "Gestione Registro Pubblico delle Opposizioni" perchè non si venga ...perseguitati da offerte telefoniche. Il problema è che può capitare che quei perditempo del Registro delle opposizioni non ritirino la raccomandata e, per scaduta giacenza, la lettera ritorni al Mittente.

    Report

    Rispondi

  • albettone

    01 Febbraio 2016 - 22:10

    Semplice. Contratti al telefono non se ne fanno. Oggi registrano la telefonata-contratto e le condizioni contrattuali arrivano per posta dopo qualche settimana. Non esiste contratto che tenga prima che tutte le condizioni contrattuali non sono accettate e sottoscritte.

    Report

    Rispondi

  • scostumato

    21 Dicembre 2015 - 14:02

    E il bello,cioè il BRUTTO,è che le operatrici telefoniche sono quasi sempre FORESTE e si fa fatica a comprendere il loro linguaggio. Che poi,quando iniziano a leggere il telematico contratto,diventa un vero e mero SUPPLIZIO !. benedette le vecchie Carte Bollate !

    Report

    Rispondi

  • Oscar1954

    10 Dicembre 2015 - 15:03

    Ogni Nazione ha i politici e conseguenti Enti Istituzioni che si meritano. Noi Italiani ci meritiamo questo e molto altro di peggio.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti