Cerca

L'analisi Codacons

Cibo, tasse, trasporti e bollette: incubo 2016. Quanto spenderanno le famiglie: le cifre

Cibo, tasse, trasporti e bollette: incubo 2016. Quanto spenderanno le famiglie: le cifre

Se il 2015 che sta finendo è stato un anno difficile per i portafogli delle famiglie italiane, il 2016 promette di non essere da meno. Secondo l'analisi dell'associazione di consumatori Codacons, per ogni nucleo familiare ci sarà un'aggravio di spesa di 551 euro tra aumento dei prezzi e delle tariffe delle utenze e dei trasporti. Più pessimiste le previsioni di Federconsumatori che si aspettano aumenti generali per 725 euro, con il rischio che arrivino a 840 euro con l'introduzione delle clausole di garanzia Iva del Governo.

Inflazione - Gli analisti, spiega Il Tempo, stimano un ritorno dell'inflazione a circa l'1%. Questo porterà le famiglie a spendere 298 euro con l'aumento dei prezzi al dettaglio e ben 198 euro in più per la spesa alimentare. Costerà di più quindi cenare al ristorante, in media per le spese nel settore della ristorazione si arriverà a spendere 26 euro in più.

Tasse e bollette - Aumenteranno le tariffe per la raccolta rifiuti e i servizi idrici, pensando sui bilanci familiari per 137 euro in un anno. In salita i costi bancari con aumenti medi di 18 euro, 9 per quelli postali. Qualche segnale positivo arriverà dall'eliminazione della Tasi sulla prima casa, che alleggerirà la spesa per famiglia di 194 euro. Sulla stessa scia il Canone Rai che da 113,5 euro passerà a 100, anche se peserà sul costo totale della bolletta elettrica, e anche le assicurazioni Rc auto saranno mediamente più leggere con uno sgravio di 12 euro.

Trasporti - Nel 2016 sarà più caro anche viaggiare, con la spesa per famiglia dedicata a treni, taxi, aerei e mezzi pubblici in generale che aumenterà di 44 euro. Non farà eccezione il costo del pedaggio autostradale, che inciderà di 27 euro. Aumenti comunque attenuati dall'andamento del prezzo del petrolio, che secondo gli analisti sarà stabile se non in discesa per tutto il prossimo anno. Le prime ripercussioni di questo fenomeno ci saranno sul pieno di carburante che costerà 68 euro in meno rispetto al 2015, fatto salvo che il Governo non introduca nuove accise.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • burago426

    28 Dicembre 2015 - 14:02

    scommetto che se fossimo tutti autosufficienti, che ci produrremo tutto dal cibo all'energia, nascerebbe una nuova tassa sul prodotto che noi produrremmo. Hai prodotto 2 patate? Una patata va allo Stato. Ritorneremo al MedioEvo.

    Report

    Rispondi

  • er sola

    28 Dicembre 2015 - 11:11

    Ma il fessacchiotto non ha appena affermato che le tasse venivano abbassate?

    Report

    Rispondi

  • FrancoRob

    28 Dicembre 2015 - 10:10

    Il risparmio sul canone RAI sarà in realtà di soli 3,5 Euro, in quanto la bolletta dell'energia elettrica è gravata da IVA al 10&.

    Report

    Rispondi

  • vpmiit

    28 Dicembre 2015 - 10:10

    Ecchedupalle voi e i vostri incubi! Andate da uno psichiatra. SE l' inflazione scende e i prezzi diminuiscono e' un incubo. Se sale e' un altro incubo. Fatevi psicanalizzare, ma da uno bravo...

    Report

    Rispondi

blog