Cerca

La ricchezza del manager

Il tesoro di Marchionne: quanti milioni si è messo in tasca con la quotazione di Ferrari (cifre da urlo)

Sergio Marchionne

Come Re Mida, trasforma in oro quel che tocca. Lui è Sergio Marchionne, e parte di quel tesoro, ora, se lo tiene. L'ultimo caso è Ferrari, con la quotazione in Borsa a Milano: lunedì lo scorporo del Cavallino da Fiat è stato ultimato, con buoni risultati nonostante le tribolate giornate vissute dai mercati.

Un dato curioso, però, è quello che riguarda ciò che Marchionne possiede in termini di azioni Ferrari. Il conto è presto fatto. Nel corso degli anni, il manager italocanadese ha ottenuto diversi bonus e pacchetti azionari prima da Fiat e poi dal colosso Fca, nato dalla fusione con Chrysler. Nel dettaglio, il boss in pullover, si è trovato con 14.620 milioni di azioni Fca nel suo portafoglio. E poiché nella divisione dei nuovi titoli Ferrari ai soci si è utilizzata una ripartizione di un titolo del Cavallino per ogni 10 di Fca, Marchionne si è trovato in tasca 1.462 milioni di azioni ordinarie del Cavallino.

I dati sono stati resi noti dalla Afm, la Consob olandese, che ha pubblicato un aggiornamento sulle quote delle società per gli obblighi di trasparenza. E in soldoni, quelle azioni, valgono ad oggi 65,2 milioni di euro: basta moltiplicare il valore delle azioni al termine della prima giornata di contrattazioni (44,60 euro) per il numero di cedole.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • filen

    filen

    07 Gennaio 2016 - 10:10

    Caro Achille se la fiat esiste ancora è merito del popolo italiano spolpato per mantenere in vita quel azienda per tutti quegli anni che avrebbe dovuto chiudere per fallimento e come ringraziamento quei bastardi ora pagano le tasse al estero svegliaaaa

    Report

    Rispondi

blog