Cerca

Prezzi del petrolio a picco

Benzina: al netto delle tasse la pagheremmo 44 cent al litro

Benzina: al netto delle tasse la pagheremmo 44 cent al litro

Del crollo del prezzo del petrolio si parla un giorno sì e l'altro pure. Certo, il picco minimo di 9 dollari e 55 centesimi al baarile toccato dal Brent nel 1998 è ancora lontanissimo. Ma i 29 dollari toccati ieri restano una delle quotazioni più basse di sempre. Eppure, come risulta da una indagine di Confartigianato, se anche arabi, norvegesi, venezuelani, e quant'altro ci regalassero il loro oro nero, noi continueremmo comunque a pagare il carburante alla pompa circa 1 euro. Tale e tanto è, infatti, l'ammontare complessivo di tasse e accise che gravano oggi si diesel e benzina. Tolte le quali, appare evidente come oggi al netto di tutto il ciarpame del Fisco dovremmo pagare il gasolio poco meno di 20 centesimi al litro e la benzina intorno ai 44 centesimi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • renatoslt815

    28 Gennaio 2016 - 10:10

    Invece di scrivere tanti bla bla bla assurdi andate sul sito prezzo benzina nel mondo leggete con calma e poi magari eviterete di scrivere minkiate

    Report

    Rispondi

  • Giuseppe da Milano

    23 Gennaio 2016 - 17:05

    Satanasso hai perfettamente ragione; però mi domando perché quando paghiamo la benzina non ci danno la fattura con elencate le tasse accise ecc... come nella bolletta della luce e del gas????? Noi automobilisti dovremmo fare il pieno in questo modo, chiedere 10,20,30, 0 40 litri e pagare solamente 50 centesimi a litro e dire al distributore di farsi dare il resto dallo stato.

    Report

    Rispondi

    • capitanuncino

      28 Gennaio 2016 - 05:05

      Sig.Giuseppe,basta solamente specificare quale percentuale si frega lo stato,e poi calcolarla su quello che paga quando fa il pieno.Chiaramente è al lordo delle accise e dell'IVA sulle accise,includendo la percentuale del benzinaio e quello che va alla raffineria per gli stipendi e per la manutenzione degli impianti.

      Report

      Rispondi

  • gescon

    23 Gennaio 2016 - 15:03

    Ci sono quesiti che le persone dotate di ragionevolezza debbono porsi: 1) un paio di anni fa il petrolio superò abbondantemente i 150 dollari al barile e puntava dritto ai 200. Chi era il manovrare e qual'era il fine ? 2) oggi si viaggia sotto i 30 e tendenzialmente l'andamento è al ribasso. Chi è il manovratore e qual'e il fine ?. 3) ogni litro di carburante paghiamo al fisco un euro circa. Con un carico fiscale del genere in Italia non dovremmo sborsare altre imposte. Chi si fotte tutti quei soldi al punto che il debito pubblico continua a lievitare a dismisura. Mi sa che la colpa non sia dell'evasione, che va provata, ma dei ladri che rubano tutto quel ben di dio. Meditate.

    Report

    Rispondi

  • gescon

    23 Gennaio 2016 - 15:03

    Ci sono quesiti che le persone dotate di ragionevolezza debbono porsi: 1) un paio di anni fa il petrolio superò abbondantemente i 150 dollari al barile e puntava dritto ai 200. Chi era il manovrare e qual'era il fine ? 2) oggi si viaggia sotto i 30 e tendenzialmente l'andamento è al ribasso. Chi è il manovratore e qual'e il fine ?. 3) ogni litro di carburante paghiamo al fisco un euro circa. Con un carico fiscale del genere in Italia non dovremmo sborsare altre imposte. Chi si fotte tutti quei soldi al punto che il debito pubblico continua a lievitare a dismisura. Mi sa che la colpa non sia dell'evasione, che va provata, ma dei ladri che rubano tutto quel ben di dio. Meditate.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog