Cerca

Dove si prende di più

Pensioni, la classifica degli assegni città per città

Pensioni, la classifica degli assegni città per città

La città col reddito medio più alto d'Italia è, ed è sempre stata, Milano. Ma quando si parla di pensioni di anzianità, gli assegni più ricchi non vengono staccati dall'Inps nel capoluogo lombardo, ma a Roma. E la differenza tra la Capitale e la "locomotiva d'Italia" è tutt'altro che trascurabile: 2.276 euro netti al mese contro 2.061. Il merito del primato capitolino è da attribuire in gran parte all'elevato numero di lavoratori "ministeriali" presenti a Roma.

Le prime due città d'Italia, nell'indagine presentata da Il Sole 24 Ore, sono anche le due sole dove si superano i 2mila euro netti di pensione. Tutte le altre città sono sotto. Nella classifica dei capoluoghi di provincia seguono Genova con 1.889 euro, Napoli con 1.862, Monza e Brianza con 1.838, Torino con 1.815: poi Siena con 1.772 euro, Lecco con 1.753, Livorno con 1.749, La Spezia con 1.709; sopra i 1.600 euro mensili ci sono Bologna (1.686), Varese (1.675), Terni (1.652), Parma (1.649), Venezia (1.630), Novara (1.624) e Como (1.625). Sul fono della classifica tre capoluoghi del centrosud: Campobasso, dove l'assegno pensionistico di anzianità medio è di 859 euro, Benevento dove è di 945 e Catanzaro staccatissima a 703 euro. Queste tre città sono anche le uniche dove la pensione d'anzianità media percepita è sotto i 1.000 euro al mese.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Oscar1954

    18 Febbraio 2016 - 14:02

    Lavorate schiavi. Dovete mantenere le istituzioni statali fancazziste e i loro leccaculo.

    Report

    Rispondi

  • jborroni

    14 Febbraio 2016 - 14:02

    """lavoratori ministeriali''' sembra un ossimoro!! a Roma poi diventa una barzelletta

    Report

    Rispondi

blog