Cerca

Il patron di Mediolanum

Ennio Doris: "Ci sarà una selezione e resteranno solo le banche migliori"

Ennio Doris:

"I risparmiatori devono imparare a selezionare la banca cui si affidano. Se questo processo avverrà, è inevitabile che il cliente scelga sempre di più e che sopravviveranno solo le banche più solide, quelle che spranno dare maggiori garanzie". Il numero uno di Mediolanum, Ennio Doris, commenta così in una intervista al quotidiano "Il Giornale" il primo Forex del governatore di Bankitalia Ignazio Visco dopo l' adozione del bail-in e la bad bank leggera.

Doris alzerebbe la capienza del fondo di solidarietà così da risarcire tutti i piccoli obbligazionisti di Etruria, Marche, CariFe e CariChieti. "Il vero pericolo - spiega - è che i risparmiatori perdano la fiducia nelle banche. Il patrimonio più grande da tutelare è la stima dei clienti, o potrebbero essere a rischio anche i consumi. Il bail-in è stato pensato per non far pesare le crisi bancarie sui contribuenti ma anche la prima ipotesi di intervento, che l' Europa ha bocciato, nella sostanza rispettava la legge. Bruxelles ha autorizzato aiuti di Stato veri sia in Portogallo per 1,7 miliardi, sia in Germania per 3 miliardi. Davvero non capisco questa disparità di trattamento, se si fosse adottato in modo graduale il bail-in avremmo evitato molti problemi".

Secondo il patron di Mediolanum, "è falso che l' Italia non ha provveduto per tempo a salvare i suoi istituti di credito. Quelli di molti Paesi sono andati in crisi dopo il fallimento Lehman Brothers perché pieni di titoli tossici, ma non era il caso italiano. A fine 2008, il governo studiò un fondo da 20 miliardi per entrare nel capitale delle banche, ma non servì mai. Pochi giorni dopo l' Inghilterra finanziò un fondo da 80 miliardi di sterline e gli Usa da 700 miliardi di dollari. Il salvataggio delle banche nel mondo ha quindi preso spunto da un decreto italiano".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • imahfu

    02 Febbraio 2016 - 19:07

    Eì' meglio che Doris non parli. A capo del Programma Italia e..-..(Standa docet) tutte le banche lo tenevano al bando, Non seppe restituire neppure10 milioni di lire. Poi con la quotazione (di un'azienda sull'orlo del fallimento-l'indagine fu archiviata... lasciamo perdere... anche la Fininvest....) e apparvero soldi venuti dal Lussemburgo anonimi...)

    Report

    Rispondi

  • fiorgio

    01 Febbraio 2016 - 20:08

    Volete sapere cosa penso di questi truffatori, che in prima battuta il bail-in, prevedeva che i primi a pagare fossero i titolari e i direttori della banca, poi i soci azionisti e per ultimi i correntisti con più di centomila euro, tutti gli altri per lor signori sarebbero al sicuro, invece vedo che non parlano più dei titolari e direttori vari di banche, loro i soldi rubatici se li sono salvati.

    Report

    Rispondi

  • gigi il negher

    01 Febbraio 2016 - 19:07

    Rimarranno in piedi le banche migliori .... a se non ci fosse Libero e tutti i suoi lettori ....

    Report

    Rispondi

  • borgo2012

    01 Febbraio 2016 - 09:09

    da un governo di farabutti non eletti da nessuno cosa dobbiamo aspettarci se non che mettano le mani nei nostri risparmi... questi cani, Napolitano in testa non fanno altro che riempirsi la pancia con i nostri soldi, con privilegi vari.. del tipo, senatori a vita, vitalizi stellari, ...truccatori di ogni genere di appalti spero che a qualcuno veramente salti la mosca al naso e faccia una strage.

    Report

    Rispondi

    • imahfu

      03 Febbraio 2016 - 09:09

      governo eletto da farabutti. Uno pero' è stato condannato. Indovin achi ?

      Report

      Rispondi

    • begeca

      01 Febbraio 2016 - 18:06

      legga bene l'articolo la legge è del 2008 al governo c'era Berlusconi

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti