Cerca

Titoli di Stato-Bund tedeschi

Lo spread schizza ai massimi da agosto 2015

8
Lo spread schizza ai massimi da agosto 2015

Altro giro, altro regalo. Al contrario, ovviamente. Oggi la Borsa milanese di Piazza Affari ha chiuso con una nuova flessione: -2,13%. Contrastate le banche: Banca Mediolanum ha guadagnato il 3,67% a 6,075 euro, Montepaschi il 3,51% a 0,59 euro, Ubi Banca il 2,01% a 3,856 euro. In deciso ribasso invece Banco Popolare (-5,67% a 7,65 euro) e Bpm (-5,75% a 0,6635 euro). Nel giorno dei conti Intesa Sanpaolo perde il 3,87% a 2,384 euro, pagando la debolezza del listino nonostante la maxi-cedola per il 2015 da 2,4 miliardi di euro.

La novità di giornata (non che se ne sentisse la mancanza, ovviamente) è il rialzo dello spread tra i titoli di Stato italiani e gli ormai famigerati Bund tedeschi, che è volato ai massimi da agosto 2015. Il differenziale di rendimento archivia la settimana in rialzo a 126 punti base, col tasso sul decennale del Tesoro all'1,55%. A pesare sono i timori degli investitori sul piano della bad-bank del governo, spiegano gli analisti.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • romelux

    20 Febbraio 2016 - 21:09

    La guerra tra Renzi ed il rigore Europeista è solo una finta per frenare buona parte della perdita di voti e considerazione,ma se ci fate caso,ogni cosa voluta in Europa,diventa realtà in Italia prima che negli altri Stati Membri.Se ci ponete attenzione c'è una espansione tassifera a ventaglio sull'italia che toglie il respiro ,cosa che fa felice i rigoristi Europei e che gli Italiani capiranno..

    Report

    Rispondi

  • augusto.mursia

    09 Febbraio 2016 - 11:11

    tutta colpa di B. amen

    Report

    Rispondi

  • lonato47

    05 Febbraio 2016 - 20:08

    Fate quasi tenerezza. È due anni che ogni giorno c'è un articolo o più che preannunciano che Renzi è finito. Capisco il desiderio e con un po' di pazienza si avverera', come sarebbe da esaudire anche quello che Belpietro venga cacciato dai suoi editori visto come con la sua direzione le vendite e quindi i lettori si siano quasi dimezzati.

    Report

    Rispondi

    • gescon

      06 Febbraio 2016 - 07:07

      Ti sbagli. Non è mai esistito. È una mummia collocata su posto abusivamente da altra mummia napoletana. Se è così convinto della sua capacità si sottoponga al consenso della gente sottoponendisi al test del voto. E che è un quaquaraqua sostenuto da innetti incapaci che si sono appropriati del potere con truffaldine manovre solo finanziarie.

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

media