Cerca

Crollo totale

Attacco finale, Piazza Affari polverizzata. Disastro-spread: le cifre

Attacco finale, Piazza Affari polverizzata. Disastro-spread: le cifre

Dopo l'euforia della vigilia, un disastro a Piazza Affari: l'apertura è disastrosa, con un calo di oltre 5 punti percentuali (solo nella prima mezz'ora il calo è stato del 3,65%). In ribasso, seppur più contenuto, anche le altre piazze europee: Londra l’indice Ftse 100 cede 66 punti, pari all’ 1,16%, a 5.606,29 punti. La borsa di Parigi perde l’1,75% a 3.990,33 punti e Francoforte arretra dell’1,44% a 8.887,89 punti. Le borse asiatiche di Tokyo, Shanghai e Taipei sono chiuse per festività.

A Piazza Affari pesantissimo il crollo del settore bancario: sospese Ubi, Mediobanca e Banco Popolare, Intesa SanPaolo, che alla vigilia era cresciuta del 16%, arretra oggi del 6%. Sono stati poi sospesi anche alcuni dei principali titoli del settore del risparmio gestito, tra cui Anima e Azimut. Le tensioni, ovviamente, si ripercuotono anche sullo spread Btp-Bund, volato a 151 punti base dopo aver toccato anche i 153 punti. In parallelo, continua il crollo del petrolio, arrivato a 26,72 dollari al barile; schizza invece l'oro, bene rifugio per eccellenza, tornato a 1.214 dollari per oncia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • stiffelio

    11 Febbraio 2016 - 17:05

    Ma solamente la distruzione di tutto quanto può portare alla rinascita......

    Report

    Rispondi

    • gescon

      11 Febbraio 2016 - 21:09

      Non è opportuno distruggere. Basta cacciare gli incapaci, i ladri, i professori da strapazzo che passano il principio che il danaro è ricchezza. Sono bugiardi, incapaci, mistificatori. È l'economia reale la vera ricchezza quella che quegli stolti stanno azzrrando per tutelare quei quattro pezzi di carta (danaro) che hanno e continuano a rubare. Incapaci e ladri.

      Report

      Rispondi

  • arwen

    11 Febbraio 2016 - 12:12

    La tempesta, peraltro prevista, se non nelle dimensioni almeno nella sua tempistica, dalla BCE, sis ta abbattendo sui paesi europei. Da questo naufragio l'Italia miracolata dalle salvifiche riforme del ciarlatano toscano, ne usciorà con le ossa ulteriormente rotte....

    Report

    Rispondi

  • binariciuto

    11 Febbraio 2016 - 12:12

    Via dall'Eurosoviet!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • contrawind

    11 Febbraio 2016 - 10:10

    A parte il discorso per l'Italia, le regole dei Mercati F. sono state fatte per la popolazione....ossia in culo alla popolazione, come sempre.

    Report

    Rispondi

blog