Cerca

Crac

"Banca Etruria insolvente", un disastro per papà Boschi: cosa rischia adesso

Il direttore di filiale di Banca Etruria:

Banca Etruria è stata dichiarata ufficialmente insolvente: lo ha stabilito il Tribunale fallimentare di Arezzo, che ha depositato la sentenza con cui dichiara lo stato della vecchia Banca Etruria e dunque respinge il ricorso di incostituzionalità del decreto sulla risoluzione presentato dagli avvocati dell'ex presidente, Lorenzo Rossi. Nella sentenza viene accolta la richiesta di insolvenza formulata dal commissario liquidatore dell'istituto, Giuseppe Santoni: la dichiarazione di insolvenza è il passaggio indispensabile per ipotizzare il reato di bancarotta fraudolenta. La bancarotta, ora, potrebbe riguardare gli ex amministratori dell'istituto finito in risoluzione nel novembre scorso: l'ex presidente Lorenzo Rosi e i due vicepresidenti, Alfredo Berni e Pierluigi Boschi, padre della Maria Elena ministro delle riforme. La richiesta del commissario liquidatore nel corso dell’udienza che si è svolta lunedì scorso aveva ricevuto il sostegno dei pubblici ministeri.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cane sciolto

    11 Febbraio 2016 - 22:10

    In galera in un paese civile come gli USA la Germania dove non ci sono i lxxxi,

    Report

    Rispondi

  • marystip

    11 Febbraio 2016 - 20:08

    Ma papà Boschi non rischia niente con quel culo B della figlia in casa.

    Report

    Rispondi

  • gregio52

    11 Febbraio 2016 - 19:07

    NIENTE !! in questo Paese di DISONESTI AL POTERE.

    Report

    Rispondi

  • GiulianaBaudone

    11 Febbraio 2016 - 17:05

    vergognoso il salvataggio....immaginiamo se questi accorgimenti di salvezza.... fossero stati fatti sotto il governo Berlusconi.....

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog