Cerca

La rivoluzione europea

Fuga delle pensioni dalle tasse italiane. Ecco dove conviene portare i soldi

Secondo voi i soldi, solo i soldi, rendono felice una persona?

In Italia cresce da giorni l'incertezza sul futuro delle pensioni di reversibilità e la posizione del governo ancora tutta da chiarire, l'ultima è quella espressa dal ministro dell'Economia Padoan che ha cercato di allontanare ogni dubbio sui paventati tagli ai vitalizi per vedovi e orfani. In Europa intanto si discute una delle più importanti rivoluzioni che riguarderà la previdenza complementare. Nella direttiva Iorp 2, infatti, si stanno delineando le regole per l'attività frontaliera dei fondi pensione e delle assicurazioni previdenziali nonché la portabilità degli stessi.

Cosa cambia - Nel caso in cui, scrive il Giornale, un cittadino italiano trovasse lavoro in Gran Bretagna, con la nuova normativa europea potrà avere la libertà di scegliere la sua previdenza integrativa in quel paese, fatti salvi i contributi obbligatori a Inps o altre casse. In generale si andrà a creare una portabilità europea della previdenza integrativa, potendo così scegliere tra istituti più convenienti in Germania, Francia o Belgio, dove per esempio le tasse sui rendimenti sono inferiori a quelle appena aumentate da Renzi nell'ultima legge di Stabilità.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • imahfu

    21 Febbraio 2016 - 19:07

    in GB? Ma siete pazzi ?

    Report

    Rispondi

  • rossini1904

    19 Febbraio 2016 - 08:08

    Renzi e il PD vogliono eliminare le pensioni di reversibilità. Questo obiettivo è ormai chiarissimo e le timide ed impacciate smentite non fanno che confermarlo. Perciò alle vedove, che percepiscono la pensione di riversibilità dei loro cari mariti che non ci sono più, dico: alle prossime elezioni votate per chi volete tranne che per il PD.

    Report

    Rispondi

  • fausta73

    18 Febbraio 2016 - 13:01

    le pensioni di reversibilità sono state decurtate dal 1995, tranne quelle antecedenti, fra le quali la pensione della famosa nonna di renzi. Basterebbe togliere la clausola che la somma delle pensioni non può essere inferiore alla pensione che avrebbe preso il deceduto perchè ciò accade solo alle pensioni molto molto molto alte che Dini volle tutelare. Come al solito si colpiscono i meno abbienti

    Report

    Rispondi

  • aviatore03

    18 Febbraio 2016 - 10:10

    L'Italia ormai è in preda al caos ,non tanto economico,quanto di crisi di valori.Vediamo migliaia di migranti che arrivano,riempiono supermercati,strade e assistiamo inermi all'Europa che chiude le frontiere e ci dice :arrangiatevi.Noi ormai non abbiamo la forza e la capacità di reagire e assistiamo impotenti alla sfascio.Non si vede quale forza politica posso invertire la rotta.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog