Cerca

L'inchiesta

I cinque pensionati più ricchi d'Italia: L'assegno da 90mila, chi sono / I nomi

I cinque pensionati più ricchi d'Italia:  L'assegno da 90mila, chi sono / I nomi

Il pensionato più fortunato d’Italia? Si chiama Mauro Sentinelli e ha un reddito mensile che nel 2013 ammontava a 91,337 euro al mese. Ingegnere elettronico della Telecom, Sentinelli ha visto anche aumentare le sue entrate da 9024 a 91.337 nei due anni precedenti. Il suo nome  è nella lista stilata da Il Sole 24 Ore e rilanciata dal quotidiano Il Tempo in edicola oggi.  Nessuna indicazione sul secondo più ricco, mentre al terzo posto, nella classifica c’è Mauro Gambaro: ex direttore generale di Interbanca e dell’Inter. La sua pensione? 52mila euro al mese. Al quarto posto Alberto De Petris, ex Infostrada ed ex Telecom, che incassa circa 51 mila euro di pensione al mese. Al quinto posto delle classifica dei super fortiuunati c’è il manager della componentistica elettronica e dei semiconduttori Germano Fanelli che incassa ogni mese poco meno di 51mila euro. La classifica continua ma non si hanno dati precisi. Spunta il nome di Vito Gamberale con una pensione poca sopra i 45mila euro al mese

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • vaccax99

    09 Aprile 2016 - 13:01

    Mancano i politici. Ad esempio il dott sottile, certo (poco) Amato, tra varie pensioni, incarichi, vitalizi etc etc. pare arrivi a 91.000 € al mese...

    Report

    Rispondi

  • aifide

    04 Aprile 2016 - 19:07

    In uno Stato che pensa ai cittadini le pensioni dovrebbero avere un tetto massimo. Diciamo che 120.000 euro all'anno basterebbero ed avanzerebbero. Il resto sono solo soldi rubati, ovvero sottratti alla collettività.

    Report

    Rispondi

    • infobbdream@gmail.com

      infobbdream

      05 Aprile 2016 - 07:07

      no caro, il tetto massimo dovrebbe essere 2 volte la media delle pensioni italiane, diciamo 1500 al mese, indipendentemente dai contributi versati e legate all'età anagrafica ringraziando la fornero. sono sicuro che quando sono li al parlamento le leggi le faranno buone per tutti e non a personam, se sanno che domani da direttori generali prenderanno 1500 euro al mese di pensione massima.

      Report

      Rispondi

  • miky2010

    04 Aprile 2016 - 16:04

    coincidenza vuole che tutti e cinque hanno un comune denominatore ; TELECOM coincidenza vuole che TELECOM voglia dire COLANINNO coincidenza vuole che COLANINNO voglia dire DE BENEDETTI !!! ma nessuno indaga!!!!

    Report

    Rispondi

    • vaccax99

      09 Aprile 2016 - 14:02

      Giustissimo, l'ing. svizzero non si tocca ....

      Report

      Rispondi

    • Happy1937

      04 Aprile 2016 - 19:07

      Tutto viene dai tempti in cui Palazzo Chigi era l'unica banca d'affari dove nessuno parlava inglese!

      Report

      Rispondi

  • fausta73

    04 Aprile 2016 - 16:04

    basterebbe aggiungere un'aliquota irpef per le pensioni che superano i 10000 euro lordi al mese.

    Report

    Rispondi

    • dadorso65

      04 Aprile 2016 - 18:06

      ma i diritti aquisiti per loro non si toccano......al povero vecchietto invece...

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog